.

.

Friday, September 26, 2008

Domani a piazza Salotto


Le informazioni sono tutte nella locandina. Non ci sono sigle di alcun tipo, questa manifestazione e' aperta a tutti, e' di tutti ed e' dovere di tutti fare il possible per esserci. La mia speranza e' che proprio come le mamme dell'Argentina possiamo farlo tutte le settimane, senza stancarci. All'inizio le mamme di plaza de Mayo erano tre. Oggi lo sa tutto il mondo che hanno sfidato a modo loro una delle dittature piu' cruente del Sud America. Se lo facciamo tutte le settimane, e ognuno va quando puo', senza stancarsi secodno me dovranno accorgersi di noi. Un segno di riconoscimento sara' un gruppo di persone con delle fescette nere al braccio. Grazie Fabrizia. Pochi o tanti che ci saranno domani, c'e' tutto il mio appoggio e la mia voglia di combattere ancora.

Le uniche battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano - mamme di plaza de Mayo.

8 comments:

Anonymous said...

Grazie a te Maria Rita, questa idea è tua, è semplice e diretta come te, ed è piaciuta molto a tutti
idealmente sarai con noi, anche se ci mancherà la tua passione e il tuo calore.
un abbraccio
Fabrizia

maria rita said...

Grazie Fabrizia, ma per la prossima settimana, perche' non la facciamo ad Ortona?

nonnoenio said...

Chiedo che i cittadini abruzzesi vengano messi a conoscenza che alla Clinica Villa Pini non hanno ancora pagato gli stipendi. Vogliamo dare una mano a sti poveri disgraziati visto che il sindacato se ne fotte ?

massimo075 said...

bhe non so cosa centra villa pini...cmq io lavoro per una ditta esterna alla asl e siamo senza stipendi perchè a quando pare la asl di chieti non paga da 3 mesi i servizi.....la cosa che mi preme e il centro oli....non lo digerisco...non va bene....ci stanno distruggendo.....così facendo hanno firmato la nostra fine...

mario franco basilico said...

Chi non ancora prende lo stipendio, ha il diritto di andare a bussare alla porta di casa dei responsabili, penso che lo sanno chi sono, ci devono andare all'improvviso, come hanno fatto loro.
Non fidatevi dei politici e dei sindacati, quelli pensano solo per loro.

nonnoenio said...

i dipendenti da 4 mesi sono senza stipendio e questa è una notizia che tutti debbono sapere in Abruzzo e in Italia. E’ l’unico caso al mondo dove si lavora e non si percepisce salario. I giornali parlano poco e male dell’argomento. I sindacati ( quelli interni ) asserviti o minacciati dal “padrone” tacciono o fanno finta di indire degli scioperi che non vengono mai fatti. In una società civile ( e questa non appartiene all’Abruzzo ), queste cose non accadono o se accadono e vengono scoperte e la magistratura che interviene pesantemente. Quì non accade, si protesta a ragione su tutto, l’acqua che manca e quando arriva è avvelenata ( solventi di Bussi nella falda ) e nessuno viene incriminato, anzi scusate abbiamo scherzato, ci riprendiamo la gestione e facciamo l’analisi tutte le settimane. Quale analisi ? quelle che per 4 anni ci hanno detto che era potabile ? Se si è informati di queste e delle tante cose che in Abruzzo non funzionano la gente quando va ( poche volte e in pochi purtroppo ) ai comizi organizzati per far conoscere ciò, non dica IO NON LO SAPEVO. E poi provate voi a rimanere senza stipendio per 4 mesi, provate solo ad immaginarlo!

mario franco basilico said...

nonnoennio, questo blog non può risolvere i problemi dell'Abruzzo, magari riuscisse a risolvere l'unico obiettivo perfisso.

Anonymous said...

salve,insisto,per favore rispondete alla domanda:siete disposti a mettere a disposizione dell'abruzzo in pericolo una settimana del vostro tempo? le idee hanno bisogno dell'azione per concretizzarsi.

grazie maria rita.
viva l'abruzzo libero,bucolico e solare.
un saluto da lo hobbit.