.

.

Friday, March 18, 2011

Il Contro-Copam dell'OLA, la vera Lucania





La musica e' bella e triste allo stesso tempo. C'e' un cane, ci sono le scritte colorate dei bambini, gli ombrelli, il pavimento lucido. Il passo e' lieve. Forse e' la musica che rende il tutto un po' piu' spettrale o la pioggia velata che a malapena si vede dal video. O forse perche' sai che quello che sembra il pranzo buono delle domeniche d'inverno a cui piano piano arrivano tutti i parenti, e' in realta' l'ennesimo schiaffo alla democrazia, a Viggiano, in Basilicata, in Italia.

Vedi la protezione civile coi giubbotti gialli. Ti chiedi cosa ci facciano li.

Vedi un signore anziano e composto a dare i volantini. Ti chiedi cosa ci faccia lui li, a quell'eta' sotto la pioggia. Lo senti e provi tenerezza per il suo candore, per la sua dignita'. Rimprovera i giovani "menefreghisti", che non si interessano.

Ci interessiamo noi che abbiamo fatto i grandi sacrifici. Che abbiamo fatto le valigie di cartone e siamo andati all'estero e non abbiamo neanche avuto bisogno dell'Italia. Adesso ci prendono per i fondelli. Sono 13 anni. Abbiamo i nostri diritti che hanno infangato. Ci hanno messo sotto i piedi.

Lo vedi e vorresti dargli una vecchiaia serena. Anche io sono figlia di emigranti.

I politici invece, quelli li riconosci subito. Sono quelli sorridenti, che arrivano coi vestiti e le cravatte in pompamagna, con le Mercedes luccianti, come se andassero a parlare delle prossime feste di paese invece che del futuro di una regione intera. Come se andassero a difendere la Lucania e a programmare qualcosa di sano, di lungimirante, di buono.

Invece vanno li a fare inciuci, a prostrarsi all'ENI, a regalare la loro regione agli avvoltoi di Assomineraria.

Li vedi, infastiditi dai manifestanti, pronti a bersi tutte le balle che sentiranno da altri signori in pompamagna, venuti da Milano e Bologna per violentare una terra non loro, dai loro uffici di San Donato Milanese.

Questa manifestazione e' solo come al solito per decidere i fatti loro, per prendere veramente in giro la popolazione. Qui c'e' disoccupazione, c'e' malattia. Le persone che abitano alle Vigne (frazione di Viggiano, dove sorge il centro oli) stanno veramente rovinati. Noi al paese ogni giorno sentiamo puzza e rumori strani.

Al minuto 5:04 arriva pure il rappresentante dell'ENI, Giuseppe Tannoia, venuto chissa da dove. Dice che il raddoppio delle estrazioni petrolifere e' una bufala e che non ci sara'. E dice che non e' corretto che la gente lo riprenda. And why not?

Si vergogna?

Il tipo c'era pure a Pescara, al convegno organizzato all'universita'- Estate 2008. Mi disse "Lei non ci credera' ma io sono un ambientalista". Non lo dimentichero' mai. Venne da noi con un vestito color senape, di lino, con le cuciture fatte a mano. Era abbronzato, sorridente, tranquillizzante. Pensava di avere a che fare con principanti. Invece non ha saputo controbattere ad una sola argomentazione in cui mostrai a tutti le contraddizioni e le balle che dicevano. Qualcuno lo vide andare in bagno a tirare un violentissimo calcio al secchio della spazzatura. Una parte di me crede che in quel calcio ci fu la fine del Centro Oli di Ortona.

Mentre penso a quel pomeriggio di tre anni fa, il filmato scorre veloce. Per un secondo mi viene da piangere - non lo so perche' - rabbia, tristezza, stanchezza, schifo.

Vedi le telecamere, vedi i brindisi e vedi la linea invisibile che divide un popolo dai suoi colonizzatori - dentro e fuori una innocente vetrata trasparente. E lo capisci subito che la' dentro e' tutto falso, sporco, schifoso come il loro petrolio, nonostante le loro cravatte e i loro microfoni.

Vito, Antonio, Enzo e tutti gli altri sotto la pioggia.
Grazie.

I video sono tratti da Ola Channel, la Web Tv dell'Ambiente a cura dell'Organizzazione Lucana Ambientalista

Contro-Copam2011 (I parte) from olachannel on Vimeo.



Contro-Copam2011 Viggiano (II parte) from olachannel on Vimeo.

3 comments:

davide said...

Antoni, Enzo , Vito e c. siete dei grandi!
ottimo lavoro.

certo che questi personaggi sono sorprendentemente stupidi e sprovveduti, anche se imbroglioni ed arroganti.

penso che l eni gli organizzerà dei corsi di formazione per diventare briganti professionisti.

in ogni caso collasseranno.

ps i very much hope that the japonese radioactive cloud fails to cross the pacific ocean ..

Donata said...

Scrivi con il cuore e l'anima universale facendoci sentire cittadini di questo Pianeta che oggi ha bisogno del nostro aiuto. La vera Lucania é questa. Antonio

enzopalazzo said...

Grazie Maria Rita!