.

.

Tuesday, February 1, 2011

Fracking in Italia?



This inevitably leads to environmental damage.
Apart from huge water consumption, this production method may lead to pollution of underground water and even provoke seismic activity.

Questo porta inevetabilmente a danni ambientali.
A parte gli enormi consumi di acqua, questo metodo produttivo puo' causare l'inquinamento delle acque sotterranee e anche provocare l'attivita' sismica.

Il CEO di Gazprom, Alexei Miller
parlando delle estrazioni di gas con il metodo del fracking

Gianni Chiodi oggi annuncia - stoltamente - che in Abruzzo "il petrolio no e il gas si".

Ah, la stoltezza. Ah l'ignoranza.

Questa presa di posizione e' stolta per vari motivi, primo fra tutti che nessuno sa cosa c'e' sottoterra prima di fare buchi ed esplorazioni. Infatti i petrolieri nei loro progetti parlano sempre di idrocarburi - dicitura che comprende entrambe le sostanze- e mai di gas o di petrolio separatamente.

E poi siamo pur sempre in Italia ed e' molto facile dire gas ed intendere petrolio, e usare l'appiglio del gas per azzannare tutto il territorio. Sono film gia' visti.

Ma il motivo principale per cui questa posizione e' stolta e' che le trivellazioni di gas non sono meno nocive e tossiche che quelle di petrolio.

I metodi sono gli stessi, sempre fanghi e fluidi perforanti si usano, sempre monnezza cacci dal sottosuolo, sempre rischi di scoppi ci sono, sempre subsidenza puoi causare.

Un pozzo per l'estrazione di gas a Policoro, scoppio' nel 1991 in Basilicata. Brucio' per 15 giorni senza che nessuno riusci' a spegnerlo. Nessuno lo sa, nessuno ne parla, l'ENI come sempre mette tutti a tacere.

In questi ultimi anni pero' c'e' un jolly - il famoso fracking che qui negli USA inizia ad essere bannato per la sua pericolosita' e per il suo potenziale di inquinare le falde acquifere.

Lo stato di New York ha una moratoria annuale, cosi pure lo stato della Pennsylvania. Le citta' di Filadelfia e di Pittsburg l'hanno bannato. La gente e' arrabbiata. Lo vogliono sospendere pure in Texas!

Tutto questo Gianni Chiodi non lo sa, perche' nella mia opinione non solo e' ignorante in materia ma vuole restarci.

Un politico sano di mente, si informerebbe prima e imparerebbe dagli sbagli degli altri. Il fracking e' stato devastante per le comunita' americane che sono state soggette alle trivelle selvaggie di Mr. Dick Cheney, con tutto che qui i diritti dei cittadini sono forse fra i piu' protetti al mondo, e nonostante cause e denunucie da parte delle parti civili coinvolte.

Un politico sano di mente avrebbe bannato tutte le estrazioni future di idrocarburi sul suolo abruzzese quale che sia la loro composizione chimica, quale che sia il metodo usato, e per precauzione. Si deve agire prima, non dopo. Se in America hanno gia' sperimentato e distrutto, perche' non possiamo imparare prima che vengano a fare queste cose da noi?

Sorge allora la domanda - ma ci sono i depositi di gas adatti al trivellamento via fracking in Italia? Questo tipo di gas si chiama shale gas.

Secondo l'ente Europeo "Economic Research Policy Center" il potenziale per i depositi di shale gas sono molto elevati per il nord Italia, nella gia' martoriata pianura padana, affetta da subsidenza in passato, a causa delle estrazioni di metano.

Ovviamente siamo solo all'inizio, potrebbe essere che le riserve e la densita' abitativa rendano il tutto economicamente non praticabile, ma in linea di principio nulla vieta che potrebbero esserci altri giacimenti in altre parti d'Italia, Basilicata, Abruzzo o Sicilia.

Dopotutto l'ENI si e' gia' messa in pole position per trivellare la Polonia alla ricerca di questo gas. Se ne trovano in Italia scommetto che si piazzeranno anche da noi a bucare il territorio alla cieca, come fanno da 50 anni a questa parte, senza rispetto per niente e per nessuno.

Chi mai andra' a spiegare queste cose agli Italiani? Non certo i petrolieri, non certo i politici che hanno paura a parlare del disastro sardo o di quello del fiume Lambro. Non certo Gianni Chiodi.

E cosi, nella pianura padana c'e' gia' un gruppo - la Po Valley che dice che trivella l'Italia per ragioni "geologiche, economiche e affettive"...

Siamo a cavallo.

4 comments:

davide said...

servi assatanati dal vil denaro incapaci di prendere decisioni per la gente.
l’onda nordafricana raggiungera anche voi.

bad news
la mia digestione domenicale coaduivata solitamente dalle superlative vignette del misFATTO QUOTIDIANO, si è interrotta brutalmente quando all’ultima pagina del giornale ho per caso ho scorto un CANE/DRAGO A 6 ZAMPE CHE INVITAVA A VISITARE UNA ENNESIMA MOSTRA AUTOCELEBRATIVA DELLE FANTASTICHE GESTA DELL ENI,
dalle origini ai giorni nostri…

continuo a sperare, ma vedere pubblicità dell eni sul fatto quotidiano mi ha fatto avere un brvido di paura..

Anonymous said...

Se non vuoi l'Abruzzo petrolizzato fatti tuoi, ma la pianura padana, per cortesia, lasciala a noi.
Il nostro rapporto con il petrolio e le perforazioni va avanti da quasi un secolo, abbiamo avuto le nostre eruzioni e i nostri incidenti, abbiamo imparato a rispettare il petrolio e a ridurre l'impatto sull'ambiente.
E, almeno per il momento, non siamo ancora tutti morti, quindi pensa al tuo orticello.

Arturo

Anonymous said...

Hanno estratto, ora stoccano, domani fanno il fraking. Non è mai successo niente perchè la gente non collega queste attività all'alluvione del Polesine, al terremoto del 51 di Caviaga, all'affondamento della piattaforma Paguro ecc. Va tutto bene. I terremoti hanno creato le "trappole metanifere", li vicino ci sono le sorgenti sismogeniche attive (ITIS104, ITIS107, ITIS 069 ecc.) Li vicino ci sono le argille che hanno liberato il metano e li vicino ci sono le argille che, se stimolte, lo possono produrre in anticipo rispetto ai tempi geologici. Ma i morti degli anni scorsi e il denaro speso per i danni nessuno lo imputa a queste attività perchè la gente si guarda la sua brava televisione dove gli dicono solo quello che fa comodo al regime.

Enkidu Gilgamesh said...

Fracking cannot be done without earthquakes.
The fracking industry soft-pedals the impact but never denies the earthquakes.

In tectonically critical regions the smaller fracking earthquakes can trigger much bigger ones, or cause avalanches of snow, mud and earth. Fracking is never secure.

For further explanations I would like to offer following article.
Earthquakes for Fracking!
http://geoarchitektur.blogspot.com/2016/12/earthquakes-for-fracking.html

Fracking is done all over the world now. By fracking new sources of shale gas and petrol can be exploited and also the capacity of old oil regions manifolded.

Fracking Colonialism!
http://geoarchitektur.blogspot.com/2017/01/fracking-colonialism.html

Fracking requires huge amounts of water, which is delivered by Tropospheric Water Grabbing.

The methods and technologies are collected under the notion of GEOENGINEERING.

The above URLs and more other ones explain the various aspects of geoengineering.