.

.

Sunday, March 23, 2008

Le chiacchere non cambiano i fatti


Ho scoperto stamattina che gli amministratori del comune di Ortona leggono il mio blog e ne parlano in televisione. La cosa mi ha un po stordito, ma neanche tanto. Non so bene cosa hanno detto, e neanche mi interessa a dire il vero. Questa storia farebbe anche un po' ridere, (ci vorrebbero le vignette dell'amico di Mauro!) se non fosse per il fatto che sono sei-sette mesi che a causa di questa gente, la mia vita e' totalmente cambiata e gran parte del mio tempo libero, e non solo, lo dedico a questo blog e a scrivere a Grillo, sui giornali locali e a chiunque mi voglia stare a sentire. Faccio tutte queste cose con immenso amore, e rifarei ancora tutto quello che ho fatto dal primo giorno. L'energia non mi manca. Pero', che spreco. Tutte queste forze avremmo potuto spenderle in un altro modo, piu' costruttivo e piu' nobile, se solo non ci fossero stati gli interessi personali sotto.

Cari amministratori, voi non avete capito con chi avete a che fare. Tutto quello che ho nella vita, non sara' tanto, ma me lo sono costruita da sola e con un solo ingrediente. La caparbieta'. La testardaggine di perseverare quando so che le cose sono giuste. Potete andare in TV a dire cio' che volete su di me, ma questo non cambia la realta' dei fatti:

1) L'evidenza scientifica e' chiara e lampante. I centri petroliferi non si fanno vicino alla gente e fra i campi perche' fanno male alla salute. Punto. Torno a ripeterlo: chi appoggia il centro oli e' o di poca intelligenza oppure in malafede. Non possono esistere alternative. Anche un bambino lo capirebbe.

2) Il popolo non lo vuole il centro petrolifero, e chi governa dovrebbe considerare l'opinione pubblica sacrosanta, perche' la politica, almeno come la intendo io, e nel suo senso piu' nobile, e' per prima cosa uno stare al servizio del popolo, e non un modo per ingrassare il proprio portafoglio.

I miei figli saranno americani. Io non ci torno a vivere in Abruzzo, almeno nel breve periodo.
Sulla carta, non ne dovrebbe importare nulla del centro petroli. Se si dovesse costruire, potrei benissimo decidere di andare in vacanza in qualche altra parte del mondo e non tornarci piu' al mare in Abruzzo. Il mondo e' grande. Ma non sono fatta cosi. M'importa delle cose, m'importa che il posto da dove vengo non sia trasformato in un cimitero ecologico, m'importa dei contadini del Feudo che si ritroveranno con un pugno di mosche in mano se il centro oli si costruira', m'importa che i nostri vini facciano bella figura, m'importa che le generazioni abruzzesi successive trovino un posto per crescere e per affermarsi nella vita migliore di quello che ho trovato io, m'importa poter contribuire al miglioramento di cio' che ho lasciato, in qualsiasi modo io possa essere utile.

Io non me ne vado e continuo ad essere convinta che sia veramente vergognoso quello che l'amministrazione comunale di Ortona sta facendo. Ma non hanno figli? Non hanno nipoti? Perche' li vogliono condannare a vivere in un ambiente malsano? Non capisco, davvero. E' fuori da ogni logica.

8 comments:

james e ursula said...

ciao Mariarita,
come sempre confermi la tua nobiltà d'animo, la tua bontà e il tuo essere "donna abruzzese".
questi cialtroni non sanno che noi donne per natura abbiamo la Forza di Dare la Vita :PARTORIRE!
un GESTO d'AMORE e non di EGOISMO!!
E come rimanere a guardare mentre altri vogliono imporci il contrario della vita.

Ogni cosa che faccio per evitare questo incubo la dedico a tutti i piccoli nel grembo delle loro mamme e a tutti i bambini, quelli conosciuti e a quelli che non conosco.

Meritano di trovare qualcosa di meglio nel loro futuro!!

ma credimi MARIARITA, con questi signori sprechiamo tempo e fiato!
perchè non parlano la ns stessa LINGUA E NON CE Nè UNA COMUNE!!
la NS LINGUA è AMORE E VITA,
la loro lingua è DENARO, DANARO, MONEY!

ed in casi estremi come questi
conviene IGNORARLI (anche se ricoprono delle cariche pubbliche, ma non ci rappresentano!) e allo stesso tempo dobbiamo AGIRE PER CACCIARLI A CALCI NEL CULO!

ho seguito quella sera la trasmissione e t'assicuro che il sig. di Martino ha contribuito a farti amare ancora di più dagli abruzzesi, anche questo tentativo di riprendere quota è andato male!
gli sms che scorrevano durante il programma sono stati di forte attacco per i signorotti di palazzo di città, e i commenti del popolo che incontro non credere che siano diversi anzi, "sono di un incazzato ".
i "FRANCO &CICCIO" ortonesi sono davvero "alla frutta".

Anonymous said...

Non ci lasciare, Maria Rita! Torna al mare in Abruzzo, in vacanza, a raccogliere le manifestazioni di gratitudine e di affetto, e, perchè no, con i tuoi figli, abruzzesi, almeno per la metà. Anche il tuo lavoro potrebbe essere svolto qui in Abruzzo, con le Università che abbiamo! Non vogliamo perdere gli abruzzesi che contano, come te e lasceremo da parte quei quattro faccendieri senza scrupoli, quando festeggeremo la nostra vittoria! Perchè, non dubitate, vinceremo, a tutti i costi!Ormai "il piano segreto" è stato scoperto e se ne sente tutta la puzza! Ora si tratta solo di non farsi fregare, e di far capire agli avversari che siamo tanti e determinati, come te carissima Maria Rita! I nostri figli(i tuoi e i nostri)ci ringrazieranno per aver lottato fino alla fine (vittoriosa).
A presto

Anonymous said...

Da Wikipedia – Giovanna D’Arco - Presentandosi come inviata di Dio, Giovanna sostenne di aver ricevuto l'incarico celeste di salvare la Francia; la sua buona fede fu affermata da un gruppo di teologi che a lungo l'interrogarono. Iniziò pertanto la riforma dell'esercito trascinando con il suo esempio le truppe francesi e imponendo uno stile di vita rigoroso e quasi monastico, molto simile allo stile che adottarono i cavalieri templari, circa un secolo prima. I soldati, trascinati dal carisma della giovane, si esaltarono e si prepararono alla riscossa. Sebbene non le fosse stata affidata formalmente nessuna carica militare, Giovanna divenne ben presto una figura centrale nelle armate francesi: vestita da soldato, impugnando brando e bandiera bianca con raffigurato Dio nell'atto di benedire il fiordaliso francese, comunemente la pucelle d'Orléans raccolse un gran numero di volontari da tutto il regno e guidò le truppe infervorate in battaglia contro gli Inglesi. Gli Inglesi, erano arrivati sino ad Orléans, assediavano la città, chiave di volta della valle della Loira, nella Francia centrale. Se Orléans fosse caduta, l'intera Loira meridionale sarebbe stata presa. La città era accerchiata dagli inglesi, che avevano 4 grandi fortezze per controllare la città e stringerla d'assedio. Giovanna attaccò quelle maggiormente fortificate a sud del fiume, riuscendo a rompere l'accerchiamento dopo aver portato rifornimenti alla popolazione affamata. L'accerchiamento fu rotto l'8 maggio 1429, ed è qui che il popolo, in festa, le diede il nomignolo di "la pulzella d'Orléans". Il suo successo fu fondamentale per le sorti della guerra, poiché esso impedì che gli Anglo-borgognoni potessero occupare l'intera parte settentrionale del paese e marciare verso il Sud fedele a Carlo e,inoltre, diede inizio a un'avanzata nella valle della Loira culminata nella battaglia di Patay.
Potremmo fare un gioco: sostituire Orléans con Ortona, gli inglesi con l’Eni...Sei tu la nostra Giovanna D’Arco, la nostra “pulzella di Ortona”, colei che ci porterà a sconfiggere i nostri amici inquinatori (locali, regionali, nazionali ed internazionali)... Stai tranquilla che sul rogo ci finiranno loro, non noi!
Nestore

xxxortona said...

maria rita che perdi tempo a rispondere a di martino?chi ti si mbazzit?


E' solo un povero ignorante, non conta nulla nemmeno a livello politico...al foro di francavilla già non lo conosce più nessuno...il Pdl non lo ha candidato anche se lui voleva fortemente...ti rendi conto di chi stiamo parlando?

massimo075 said...

visto che leggono allora possiamo dire che se questa volta anno vinto le elezioni perché il popolo li a votati credendo in loro, la prossima volta non andranno da nessuna parte,anzi cadranno presto anche, perché chi si mette contro la volontà del POPOLO non capisci nulla...E voi non capite nulla perché non siete competenti nel settore,un vostro amministratore giorni fa non sapeva nemmeno cos'era il tratturo figuriamoci se sapete cosè H2S...ma questo e solo l'inizio voi fate pure ma vedrete cosa accadrà ancora...e ve lo dico subito così lo dite alla tv..Alcune persone hanno inviato una lettera al Nucleo operativo ambiente dei carabinieri....ditelo alla tv, ditelo che vi siete messi ORTONA CONTRO...mio nonno dice sempre ognuno faccia il suo mestiere, voi non sapete fare nemmeno gli amministratori e ora volete are gli esperte del centro oli...basandovi sui dati che vi da l'eni...bhe grazie che l'eni dice e tutto ok tira l'acqua al suo mulino...però guarda caso nella regione Basilicata il rapporto inquinamenti fatta sempre dall'eni (grande stronzata9 e sempre uguale...Voi siete andati a Viggiano avete detto che tutto e ok tutto funziona, ma con chi avete parlato?? con l'eni e con il sindaco....ma con i cittadini??? e no...con loro no!!! A te carissima Mariarita loro leggono i tuo blog ma dal comune escono notizie dai collaboratori..che sono incazzati neri.....ma quindi caro Sindaco e cara giunta non leggete solo questo blog ma tutti i blog contro di voi...alle prossime elezioni....BHE NON ABBIATE IL CORAGGIO DI PRESENTARVI...IO lo dico e lo ribadisco se questa centro oli si fa (SPERIAMO DI NO) avete detto che volete portare Ortona a 50mila abitanti, illusi perché andranno via in molti...cmq io sarò il primo a denunciarvi alla procura per danni ambientali...per 8 anni sono stato nella protezione civile e spesso mi occupavo di ambiente e le strade le conosco bene... voi volete fare il bene del paese DISTRUGGENDO ORTONA???BHE..VEDREMO

forza Mariarita...noi ci siamo e ci saremmo...

massimo075 said...

si rieccomi...si certo hanno figli, e nipoti...però poniamo una domanda cara MARIARITA...perché lo fanno??? se ci sono dati tecnicamente provati e scientificamente pubblicati che fa male???Forse perché L'ENI ha dato già qualche soldino??? come si mormora da tempo...o forse hanno promesso più soldi di cui soldi al comune...e qualche soldo agli amministratori...eheheh MEDITIAMO GENTE MEDITIAMO..

fabrizia said...

Carissimi, premesso che il Centro Oli in contrada Feudo non lo faranno perchè si sono ritrovati contro le cantine e un interesse economico consolidato con migliaia di persone che di fatto lavorano (voti elettorali) infatti pur avendo avuto la variante, l'Eni non ha mai richiesto la concessione edilizia,quello che mi preoccupa di più è che procedono tranquillamente con il porto, e l'arrivo di due nuove piattaforme in mare:
Al via, subito dopo le festività pasquali, due attività di sondaggio al largo della costa ortonese. La prima attività di sondaggio riguarda il greggio e sarà condotta dalla società "Intergas più" a circa sette miglia dalla costa nel tratto di mare compreso tra Ortona e San Vito. La seconda, invece, condotta dalla società "Edison" è volta a migliorare il pozzo di gas già esistente a Santo Stefano Mare, vicino a Casalbordino, ad un paio di miglia dalla costa. In entrambi i casi, nei primi giorni della prossima settimana, arriveranno sul luogo dei sondaggi due piattaforme con a bordo un centinaio di addetti ciascuna e questo comporterà per il porto e per gli uomini della Capitaneria un lavoro extra.
dal Messaggero del 22/3.
vi terrò informati
A presto Fabrizia

dade said...

si, maria rita, e come non si può essere d'accordo...anzi sai qual'è al cosa che davvero rode di più? proprio la consapevolezza che tutta questa energia e questo sforzo sono proprio uno spreco se paragonate a tutto quello che invece si potrebbe fare di positivo e propositivo!!! e invece no...siamo costretti a lottare contro una schifezza che porterebbe solo danni e problemi! Sai cosa mi fa schifo e rabbia insieme?! sai cosa mi fa piùù rabbia?! la sensazione di appartenere a una specie di paese del terzo mondo! cresci con l'idea di vivere in un grande paese tra i più avanzati e sviluppati...e poi invece ti accorgi di essere in una mezza periferia della civiltà, in una bidonville del degrado intellettuale...e da un pò anche fisico e urbano!