.

.

Monday, May 12, 2014

Il fracking su Report di Milena Gabanelli


***

 Un sacco di gente mi scrive sulla puntata di Report e sul perche' non c'ero. Non lo so. 
Occorre chiedere al pseudo giornalista Roberto Pozzan ed alla Gabanelli.
Pero' di certo il mio blog l'hanno letto, eccome!

***

Oggi 14 Maggio 2014 mi ha scritto il diretto interessato Roberto Pozzan per dirmi
che temeva che io volessi approfittarne per fare un viaggio negli USA a spese della RAI
(a questa vilta' neppure i petrolieri sono mai arrivati)

Vivo negli USA e anche se dal petrolio non si ho guadagnato ne soldi
ne carriere politiche i soldi per un volo LAX-Ohio ce li ho.

Per telefono il Pozzan mi dava del tu, come se fossimo amici di vecchia data.
Per email si passa al lei, si vergognava?

Mi ha scritto e telefonato sia negli USA che in Italia ma poi mi scrive che non aveva
i miei recapiti e che e' per questo che non poteva contattarmi!!

Dalla puntata dei fracking si vedeva nel retro il mio blog.

Cara Milena, complimenti per il "giornalista" che si e' scelta.


***
--------

Il giorno di Thanksgiving, a fine Novembre 2013 ero a casa che "cucinavo". Erano venuti a trovarmi mio fratello ed altri amici, e sarebbero poi venute a cena varie persone, fra cui Pierluigi. Non mi sono cimentata con un tacchino intero, ma eravamo alle prese con un pollo ruspante - una impresa piu' modesta.

Durante la mattina fra patate da sbucciare e cranberry sauce da improvvisare, mi chiama il giornalista Roberto Pozzan di Report che mi aveva gia' contattata per email e a cui avevo dato i miei recapiti. Mi dice che la Gabanelli gli aveva dato l'OK per una trasmissione sul fracking da mandare in onda in primavera e che quindi voleva farsi una "chiaccherata" con me.

Mi fa tante domande, e siamo rimasti al telefono per quasi due ore. Gli indico il mio blog e gli dico che e' tutto li. Gli dico di Rivara e che ci sono altri casi di fracking in Italia. Gli dico che ho scritto in lungo e in largo di cosa accade negli USA, della correlazione con la sismicita' indotta, delle proteste che si susseguono fra New York e California e con tutto quello che c'e' in mezzo. Una telefonata cordiale, che lascia intendere che ci sara' un dopo.

E poi?

Poi non l'ho piu sentito. Scomparso.

Ieri domenica 11 Maggio, dopo sei mesi, mi chiama per dirmi che la sua trasmissione andra' in onda stasera. Non ho ben capito perche' volesse comunicarmi questa notizia, e infatti l'ho sentito un po imbarazzato.

Ho tagliato corto perche' non sapevo cosa dire e perche' mi feriva sentire quelle parole di circostanza.

Nonostante parli di fracking da anni, non sono stata considerata degna di apparire in questo programma.

Ci sono rimasta male perche' come ho gia' detto sarebbe stato una specie di "grazie", un modo per incoraggiarmi ad andare avanti e per sentire che tutto questo enorme lavoro non e' inutile. Come detto, adesso tutti parlano di fracking (e di acidi e di sismicita' indotta e di H2S e di fanghi e di trivelle a mare e di pesci inquinati e di cementificazioni improprie) ma li dietro c'e' un enorme lavoro di diffusione e di sensibilizzazione che in pochi hanno cercato di fare. Soprattutto, per ognuna di queste cose c'e' sempre stato un periodo iniziale di derisione, come dire: ma che dice quella esaltata, le trivelle non possono portare ai terremoti mai e comunque.

E poi invece...

Per non parlare delle cause, e dei veleni con tutti questi galletti improvvisati ambientalisti, o dei vari Ernesto Galli della Loggia o Ferruccio de Bortoli che si "ispirano" perche' non hanno argomenti, e poi mi chiedono di scrivere perche' non sanno cosa dire, e poi ancora mi censurano perche' certe cose non si possono dire. O dei vari Chicco Testa che invece di rispondere sul tema dei propri conflitti di interesse passa ad attaccarmi sul personale. O di gente come Mariastella Bianchi che non sa che scrivere sulle proprie risoluzioni e copia pezzi interi da me. O Sergio Morandi della Medoigas che cerca di usare i tribunali contro di me.

Perche' dunque questo trattamento da parte di Report?

Leggo la locandina della puntata. Dicono cose come: abbiamo fatto un viaggio in vari stati americani, c'e' la sismicita' indotta, ci sono controversie, i politici sono informati in Italia su questi argomenti?

C'e' qualcosa di diverso da quello che ripeto da anni a questa parte? Non so, non credo. Mi pare che sia l'essenza di quello che dico da anni e anni, nonostante gli insulti e gli approfittatori di vario genere.

Di nuovo perche' questo trattamento?

Sono scomoda pure alla Gabanelli? Pensano che occorre trovare un compromesso e io sia una del "no"? O al giornalista dava fastidio che tutte queste cose sono state gia' raccontate da anni ed anni ormai e che Report arriva tardi? Oppure che non ho il patentino da geologa? Non lo so.

So solo che la prima volta che si e' parlato di fracking in Italia - con Rivara - e' stato perche' sono stata tre giorni e tre notti a indagare, gratis, per amore, e da sola. E rivedere per filo e per segno le cose riprese dal mio blog non e' stato carino.

Ecco:

Fracking a Ribolla

tutto scovato dalla sottoscritta, mentre che i capoccioni delle unviersita' italiane continuavano a ripetere che in Italia mai e poi mai c'era fracking in Italia, che le trivelle non possono mai e poi mai causare terremoti, che in Italia siamo piu' bravi e mentre che il giornalismo italiano, incluso Report,  dormiva.

Ecco qui sulla pizza Chevron
 
La prova di tutto e' che se l'avessero scovate quelli di Report queste cose, io me ne sarei rimasta a casa mia e mai mi sarei messa a fare attivismo dalla California.

Nota: questo e' quello che viene fuori dal mio contatore.  Non sempre lo guardo, non sempre conservo. Non riesco nemmeno a monitorarlo piu' di tanto, per cui molto probabilmente questa e' solo una piccola sezione del tutto. 












8 comments:

Simo Bi said...

Salve Maria Rita,
per quanto le mie parole contino poco o nulla, le volevo dire quanto è grande la stima e l'ammirazione che ho nei suoi confronti.
Sono una persona semplice ma molto curiosa e lei mi ha fatto conoscere meglio di chiunque altro questi temi così importanti.
Questa sera ho avuto l'ennesimo valido motivo per spegnere la tv e leggere un libro.
Non deve farsi demoralizzare!
Il suo lavoro è importante e necessario per fare aprire gli occhi alla gente...le sue fatiche saranno ripagate.
Con affetto e ammirazione, un suo assiduo lettore.

Simone

maria rita said...

Grazie Simone... ciao!

Anonymous said...

" Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono e poi...VINCI " Ghandi Ciao carissima Maria Rita, ieri sera per una frazione di secondo si è vista la tua foto e il tuo articolo, ci sono rimasto male e un po' mi ha deluso l'organizzazione di una delle trasmissioni che reputavo una eccellenza. SinceraMente grazie

Anonymous said...

ieri sera, mentre guardavo report, continuavo a chiedermi : "ma quando arriva maria rita d'orsogna?" sono rimasta molto delusa..e anch'io mi sono chiesta il perchè di questa esclusione.
se si parla di fracking in italia è solo merito tuo, maria rita..grazie infinite

Anonymous said...

Maria Rita ciao,domenica scorsa
non ho visto la trasmissione della Gabanelli, che trovo una persona affidabile se confrontata ad altri colleghi.
Spero che la cosa non sia voluta,
sarebbe una grande ingiustizia,
credo altresì che la colpa se colpa c'è stata sia imputabile al "carrozzone" RAI unitamente al "carrozzone" Italia che stanno andando alla deriva.
Non mollare, sappiamo che sempre
meno petrolio e più fango uscirà dai pozzi è pertanto indispensabile che la tua voce autorevole tenga sveglie le menti intirizzite degli italiani.
Grazie,
Adriano BELLINTANI
ps: una e-mail alla Gabanelli
la manderei.Della Gabanelli quasi mi fido.

supertramp said...

cara maria rita, sai quanto io ti voglia bene, di questi parassiti sai quanti ne troverai sul tuo percorso?... una marea, quindi non demoralizzarti, vuol dire che sei sulla strada giusta, vedi, tu sei come un virus e prima o poi vedrai che tutti i tuoi sforzi saranno ripagati, ricordatelo sempre, SIAMO CON TE!

giosuè

Alessandro D'Angelo said...

Cara Maria Rita,
preparando, stancamente, l'ultimo esame della mia Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale dal titolo "Ingegneria delle Materie Prime T" e cercando nel frattempo di capire per quale assurdo motivo Beppe Grillo, lo sbandieratore delle energie pulite e dei NO alle trivellazioni ed al nucleare che peraltro ha postato sul suo blog un tuo video-messaggio in data 5 Giugno 2012, abbia pranzato con Nigel Farage convinto sostenitore di queste pratiche scriteriate (http://www.ukipworcester.org.uk/userfiles/downloads/sys/UKIP-Energy-Policy.pdf) mi sono imbattuto nel tuo blog.
Questo è l'unico approccio giusto che io conosca: scavi a fondo, cerchi di documentarti in maniera più obbiettiva e plurale possibile, sollevi dei problemi e lasci domande aperte per l'interazione con lettori coscienziosi.
Avanti tutta.

Stima ed Ossequi da Bologna.
Alessandro D'Angelo.

maria rita said...

grazie alessandro, grazie a tutti.