.

.

Thursday, July 12, 2012

La Forest Oil a picco


On the whole, Forest Oil is not doing well.
In generale, le cose alla Forest Oil non vanno bene.



Il rating della Forest Oil Corporation di Denver, in questo momento e' "underperform".

Questa e' una parola carina per dire che le sue "performance" sono inferiori a quanto ci si aspetta. Nella realta' vuol dire che le cose vanno a rotoli.

Secondo il gruppo Wall Street Window infatti la spirale delle azioni della Forest Oil e' tale che l'azienda ha perso quasi la meta' del suo valore rispetto all'anno scorso.

Per la precisione il 47.5%.

E anzi, se uno guarda ancora piu' indietro, ma neanche tanto, viene fuori che nel Febbraio del 2011 le sue azioni stavano a $39 dollari l'una. Adesso il prezzo oscilla sui $7 dollari. Oggi 12 Luglio erano a $5.72.

Ecco perche' Giorgio Mazzenga e' cosi' incallito su Bomba: sta per finire la cuccagna!

A Denver, hanno rimpiazzato il loro amministratore delegato - CEO (Chief Executive Officer) Craig Clark con un nuovo capo, tale Patrick McDonald dopo 11 anni. Anche il loro COO (Cheif Operating Officer), John Ridens, si e' dimesso.

I problemi sono tanti: i prezzi del gas naturale sono calati con minori margini di guadagno per la Forest Oil, non sanno bene che fare per il futuro, hanno un debito galoppante di 1.8 miliardi di dollari e non possono piu' chiedere prestiti. Hanno pure una causa in corso a New York per avere mentito agli investitori, come ricordato anche qui.

Fra i vari motivi, dicono anche che ci sono delle "incertezze" su vari campi di gas e di petrolio "sparsi per il mondo", relativamente nuovi e che non si sa se verranno sviluppati.

Traduzione:

E poi ci sono quei cocciuti degli Abruzzesi che gli hanno fatto perdere 35 milioni di dollari con l'affare Bomba!

Poverini.

Dicono che si concentreranno sullo sviluppo di shale gas in Texas - auguri! - e che propongono di vendere alcuni giacimenti al miglior offerente.

Altri siti con lo stesso tipo di notizie sono qui

Forest Oil - a speculative idea

Azioni della Forest Oil

Qui i procedimenti legali per l'affare Lone Pine e le menzogne agli investitori.

Giorgio Mazzenga, le mando una fischiettata virtuale pure io.
Buone cose.


 



2 comments:

Kyoko said...

Queste sono notizie che fa piacere leggere!

nogat said...

Magari imparano la lezione e si mettono a fare qualcosa di piĆ¹ intelligente e rispettoso per l'ambiente...