.

.

Thursday, September 3, 2015

Cody, il fracking e l'esplosione del pozzo

Cody Murray prima dell'esplosione del pozzo artesiano di casa sua che l'ha disfigurato. E' probabile che il metano sia arrivato nel pozzo artesiano a causa delle operazioni da fracking vicino casa sua. 

-----

Arriva un altra causa da fracking in Texas.

Riguarda Cody Murray, che un bel giorno del 2014 ha visto esplodere il pozzo artesiano di casa sua. Si sono innalzate delle fiamme di 10 metri di altezza. A farsi male, il padre di Cody che era li vicino e anche sua moglie e sua figlia. Ma quello che si e' fatto piu male di tutti e' stato Cody, 38 anni.

La sua maglietta e' arsa e con essa la sua pelle, causando ustioni gravi e cicatrici su tutto il corpo.

Cosa era successo? L'acqua era satura di metano che ha portato all'esplosione. Come ci sia arrivato il metano nel pozzo artesiano di casa di Cody e' la domanda da un milione di dollari.

Sara' difficile provare la provienza di questo metano. E' naturale, o e' da fracking? Secondo l'avvocato  il gas metano del pozzo artesiano di Cody non puo' che essere da fracking perche' mescolato nel metano ci sono tracce di sostanze chimiche presenti solo molto in profondita' e che non arriverebbero naturalmente nei pozzi artesiani.

Dopo un anno di trattamenti e di visite mediche, l'avvocato di Cody, Chris Hamilton, presenta una causa contro i petrolieri. Non ha dubbi: il metano e' arrivato nel pozzo per colpa delle trivellazioni da fracking a circa 300 metri da casa di Cody. I petrolieri sono stati denunciati per avere inquinato l'acqua sotterranea, causando la migrazione di metano nel pozzo artesiano che e' poi esploso.

Per vincere, occorre provare che il metano non poteva essere li "naturalmente" ma che doveva venire dai pozzi da fracking. Ci si aspetta allora che durante la causa ci saranno molte testimonianze di persone di scienza che hanno studiato il tema e che hanno mostrato, dati alla mano, che le trivelle possono contaminare il sottosuolo, Gli studi non mancano: come ad esempio quello dei ricercatori della Duke University che hanno mostrato la connessione fra contaminazione da metano di pozzi artesiani e la loro vicinanza a pozzi estrattivi.

Secondo l'avvocato di Cody la colpa e' delle cementificazioni difettose dei pozzi da fracking, le cui fessure hanno fatto si che il metano si propagasse nel sottosuolo. In particolare, uno dei pozzi vicino a casa di Cody andava giu' per circa 300 metri, ma le cementificazioni si sono femate a 150 metri, lasciando la parte inferiore esposta a fughe di materiale dell'ambiente circostante.  Il pozzo petrolifero in questione trivellava in orizzontale, arrivando proprio sotto al pozzo artesiano di Cody.

Nel frattempo la vita di Cody e' cambiata. Le ustioni sono talmente forti che i nervi nelle mani e nelle braccia sono diventati insensibili e cosi Cody non puo' guidare, non puo' usare utensili e dipende quasi interamente da sua moglie. Chiede compensazione per le spese mediche, per essere stato sfigurato, per la perdita del lavoro e per le sofferenze.

Chissa' come andra' a finire.

Non mi va di mettere su le foto del corpo ustionato di Cody, ma se qualcuno le vuol vedere sono qui.
Houston Chronicle, 2 Settembre 2015. 


1 comment:

Matteo Di Meco said...

Mi permetto di segnalare un documentario (forse giĆ  ampiamente noto) di Josh Fox, Gasland del 2010, riguardante la fratturazione idraulica.
Molto bello da consigliare a tutti. :-)

link (sott ITA): http://www.noncicredo.org/index.php?option=com_content&view=article&id=412:gasland-il-film-con-sottotitoli-italiani&catid=34:articoli