.

.

Thursday, November 28, 2013

Freshkills, New York City: la discarica dismessa diventa un parco e una centrale solare

Freshkills, 1990

Freshkills, 2013

Freshkills, 2013











Qui sul New York Times

Qui sul sito ufficiale dei parchi di NYC


“Solar, actually, because of a dramatic reduction in the cost of panels, 
has become competitive without subsidies with other forms of energy.”

Mike Bloomberg, sindaco di New York



Tutti i New Yorkesi sanno cos'e' Freshkills: la discarica principale della citta', puzzolente e impossibile e a suo tempo la piu' grande struttura mai creata dall'uomo.

Fresh Kills copre circa nove chilometri quadrati e si trova a Staten Island.

Apri' nel 1947 come discarica temporanea in una zona inizialmente agricola, con foreste e zone lagunari. Era stata progettata per durare venti anni, ma accumularono monnezza per molti altri decenni.

Al massimo della sua "attivita'" Freshkills riceveva 20 carichi al giorno di monnezza dal mare, ciascun carico con 650 tonnellate di robaccia puzzolente.

Nel 2001 si era arrivati all'accumulo di 70 metri di altezza di monnezza, 25 in piu' della Statua della Liberta'.

A un certo punto si decise che non era possibile continuare cosi' e nel 2001 Freshkills venne chiusa anche se venne poi riaperta temporaneamente dopo gli attacchi alle torri gemelle, quando fu usata come punto di smistamento e di ispezione delle macerie dal World Trade Center.

Vennero qui identificati 4,257 resti umani.

Gia' dal 2001 si era iniziato a lavorare su Freshkills per trasformarla in un parco. Un progetto trentennale, visti i lavori di bonifica, di ripristino della zona paludare e di ripopolamento animale necessari.

Freshkills diventera' cosi un parco di tre volte la grandezza di Central Park con percorsi naturali,  passeggiate a cavallo, mountain biking, e sport acquatici, un immenso spazio verde per la citta'.

Gia' oggi molto lavoro e' stato fatto, e anche se non e' ancora completamente aperta al pubblico, Freshkills e' gia' un successo, con erba, piante, fiumi, percorsi e vita, tanto che viene spesso indicato come un modello per recupero di vecchie discariche.  Il New York Times lo chiama un progetto "visionario", dal costo di varie centinaia di milioni di dollari.

E adesso, il sindaco uscente Mike Bloomberg annuncia che a Freshkills sorgera' anche la piu' grande centrale di energia solare della citta'.che generera' 10 megawatt di potenza, secondo Bloomberg e che bastera' a dare energia a 2,000 case. La ditta responsabile dell'impianto solare e' la SunEdison che installera' qui fra i 30,000 e i 35,000 pannelli solari senza sussidi governativi.

Bloomberg dice:

“Freshkills, once a daily dumping ground, will become a showcase of urban renewal and sustainability.” 

Il progetto Freshkills fa parte di PlaNYC, che si propone di diminuire le emissioni di gas serra del 30 percento entro il 2030.

Once it is opened to the public, the park also promises to repay long-suffering Staten Island residents who endured generations of stench and anger, and more than that, to give the entire city an immense, bucolic urban playland — a 21st-century postindustrial landmark rising from mounds of 20th-century waste.

Qui il commentario del New York Times.


2 comments:

Antonio Massimo Cristaldi said...

Sarebbe bello qualcosa del genere in una delle nostre aree metropolitane. Se chi facesse i piani, fosse sia una persona competente che una persona interessata al benessere dei propri concittadini ... in questo invidio il resto del mondo! ;-)

saragahan said...

Si potrebbe prendere spunto da questa bella iniziativa anch eper le nostre terre martoriate da discariche abusive. Sarebbe bello immaginare la Terra dei Fuochi in questa nuova veste. Chissà...