.

.

Wednesday, August 18, 2010

Petrolieri in mutande


Italy is so beautiful.
Why Italians trash it like that is beyond my comprehension.
I don't think they realize the gem they have.

Il mio vicino di volo,
al ritorno da 10 giorni a Roma
sull'incuria della citta'

Sono tante le cose di cui parlare al ritorno a casa.

Il convegno di Pineto e l'interessante "mediare, mediare, mediare" del ministro Gianfranco Rotondi di fronte al mio "no ai compromessi", il decreto della Prestigiacomo che viene in vigore il 26 Agosto per vietare trivellazioni a nove chilometri dalla riva, le posizioni del Presidente del parco marino della Torre del Cerrano, Benigno d'Orazio, sul petrolio in Abruzzo, la pagina dei petrolieri su Il Centro, per convincerci della necessita' di "dialogo", le vicende di Daniela Stati, il bellissimo libro di Antonia Juhaz, The tyranny of oil sulla storia dei petrolieri che fa accapponare la pelle, la necessita' di darci ancora di piu' da fare, il libro di Carlo Vulpio su Taranto e la diossina, La Citta' delle Nuvole che ho letto tutto di un fiato sull'aereo.

Ci sara' tempo per mettere a fuoco tutte queste faccende.

Intanto le notizie piu' interessanti arrivano direttamente dai petrolieri.

Mediterranean Oil and Gas - Ombrina Mare, Rocca San Giovanni

LA MOG vuole chiedere CHIARIFICAZIONI sul decreto Prestigiacomo che dovrebbe entrare in vigore il 26 Agosto e che renderebbe fuorilegge Ombrina Mare con la sua nave desolforante, la FPSO, il Centro Oil a mare. Dicono che vogliono portare in causa il governo Italiano.

Ha ha ha.

Ma quali chiarificazioni? Che non sanno leggere e scrivere? Il decreto dice 9km. Loro sono a 5 piu' o meno. La matematica non e' un opinione e farebbero piu' bella figura a star zitti e a fare le valigie.

La MOG ha perso il 25% del suo valore dal momento in cui la Prestigiacomo ha annunciato il suo proposito, il primo luglio 2010.

L'amministratore Sergio Morandi sara' disperato!


Petroceltic - Elsa 2, Vasto

Anche l'amministratore delegato della Petroceltic Brian O Cathain non dorme sonni tranquilli. Infatti anche il suo scellerato progetto e' nei limiti del decreto Prestigiacomo.

La Petroceltic ha allora annunciato che hanno chiesto la sospensione - il congelamento temporaneo - dei loro permessi. La cosa buffa e' che hanno annunciato ad investitori e ad amici che tutto sarebbe stato attivo a partire dal 31 Ottobre 2010 (beata stoltezza!). Dicono che la richiesta di sospensione e' stata inoltrata il 16 Aprile 2010, prima dello scoppio del pozzo petrolifero in Louisiana.

Chissa' perche'.

La verita' e' che SONO STATI INONDATI DI OSSERVAZIONI E DI PARERI NEGATIVI anche prima del disastro BP e lo sanno anche loro che non sarebbero mai riusciti a trivellare prima del 31 ottobre. Ma si mettano il cuore in pace, che non ci riusciranno mai.


Forest Oil - Colle Santo, Bomba

Neanche l'amministratore delegato della Forest Oil Corporation, Craig Clark, vive un momento felice. Cliccando sul sito relativo alle concessioni di Bomba viene fuori che:

Presa nota BUIG 24/02/2009
Interlocutoria 12/10/2009 Da Reg. Abruzzo - sospensione esame intesa in attesa nuova normativa
Ulteriori richieste 09/03/2010 richiesta informazioni da provato cittadino
Interlocutoria 01/04/2010 risposta privato cittadino
Ricezione parere 03/05/2010 da Com. Colledimezzo-parere negativo
Ricezione parere 04/05/2010 da Com. Roccascalegna-parere negativo
Interlocutoria 06/05/2010 da privato cittadino-parere negativo
Interlocutoria 07/05/2010 parere parere da privato cittadino e consigliere com.
Interlocutoria 08/05/2010 da privato cittadino-parere negativo
Interlocutoria 09/05/2010 da Coop. Socialtur-parere negativo
Interlocutoria 10/05/2010 da privato cittadino-parere negativo
Interlocutoria 11/05/2010 da privato cittadino-parere negativo
Ricezione parere 12/05/2010 da Com. Tornareccio-parere negativo
Interlocutoria 12/05/2010 da privato cittadino- parere negativo
Ricezione parere 13/05/2010 da Com. Altino-parere negativo
Interlocutoria 13/05/2010 da privato cittadino-parere negativo
Interlocutoria 14/05/2010 da privato cittadino-parere negativo
Interlocutoria 15/05/2010 da Consorzio VPY- parere negativo
Interlocutoria 16/05/2010 da Centro turistico Isola Verde-parere negativo
Interlocutoria 18/05/2010 n. 22 pareri negativi
Interlocutoria 19/05/2010 n. 29 pareri negativi
Interlocutoria 31/05/2010 n. 4 pareri negativi
Interlocutoria 01/06/2010 n. 2 pareri negativi
Interlocutoria 16/06/2010 da Comune di Torricella Picena: parere negativo
Interlocutoria 20/07/2010 da Reg. Abruzzo: progetto in fase di stasi

Tutto questo da un progetto per un paesino di 900 persone, che la Forest Oil descrive
come in una zona abbandondata, di scarso valore naturalistico.

Dalla regione Abruzzo 'fase di stasi'!!! Sono troppo impegnati a preoccuparsi della famiglia Stati!

Tornatevene a Denver!

5 comments:

Anonymous said...

ormai sono fuori su tutti i fronti!!! Grazie per la tua presenza così forte, buon rientro cara MR.

Anonymous said...

"divieto di perforare a 5 miglia dalla costa": cosa d'e' di difficile in un questa affermazione ? Cosa c'e' da chiarire e da verificare ?

E' tempo di mandare la disdetta dle contratto d'affitto... ora ci rimane male pure Fratino !

Leo d'Alessandro said...

Bene,
queste vittorie ti faranno molto bene. I miei più sinceri complimenti.

Leo

Anonymous said...

Questa è la dimostrazione che chi la dura la vince.

Invece noi abruzzesi, che viviamo in abruzzo dico, troppo spesso abbiamo paura di dire e fare,
la verità prevale su tutto se fatta valere,
avoiia a nascondere e zittire, se ci si mette sotto la si vince.

Sono convinto però che in tanti che hanno aiutato su questa causa, pochi avrebbero saputo fare e parlare meglio di maria rita.

Grazie maria rita,
in barba a chi ha criticato il tuo fare quest'inverno ci stai riuscendo in pieno.

Brava brava e brava di nuovo.

Nicola.

Leo d'Alessandro said...

Nicola ha ragione. Noi abruzzesi abbiamo paura a fare il primo passo perché dipendiamo dal pensiero altrui. Ma spesso le cose cambiano nel giro di pochi anni. Oggi ho mangiato le linguine al sugo con le cozze. Mmm... erano buonissime, veramente saporite! E l'insalata di pomodori con le melanzane e il sedano conditi con l'olio d'oliva... E la frutta, tutto nostrano. Chissà se i nostri governati ci permetteranno di mangiare ancora queste prelibatezze. Il loro motto è: se non mangeremo le cozze abruzzesi le mangeremo a Zanzibar... Ma grazie all'apporto di MR e dei suoi amici impegnati i nostri politici potranno frequentare ancora i ristoranti abruzzesi. Con la faccia tosta che hanno...