.

.

Monday, October 27, 2008

Note di percorso


Dalle notizie che mi giungono fin qui, domenica ci sono state circa duecento persone sulla collinetta del Feudo. Alcuni politici, fra cui il candidato della sinistra, Carlo Costantini ed un candidato consigliere della destra, Fabrizio Montepara, hanno firmato un "impegno con gli Abruzzesi", in cui si assumono la responsabilita' di opporsi a qualsiasi tipo di insediamento petrolchimico in Abruzzo e di voler incentivare le energie alternative. Il testo completo del documento e' sul sito del Comitato Natura Verde.

Io spero nella sincerita' di ciascuno, e sopratutto che i vincitori siano sufficientemente umili e intelligenti da circondarsi da persone competenti in ambito energetico. Le parole sono belle, ma ci vuole gente veramente preparata e lungimirante per fare un passo in avanti con l'energia alternativa in Abruzzo, prima fra tutte il solare e l'eolico. E questo non solo per la fornitura di energia, ma anche e soprattutto per aumentare il benessere della gente, creando "lavoro pulito".

Nel 2006 il settimo piu' ricco uomo della terra era un cinese quarantacinquenne, tale Shi Zhengrong che aveva un patrimonio accumulato da zero e che ammontava allora a 2.2 miliardi di dollari. Che fa Shi di mestiere? Il petroliere? Il banchiere? Lo stilista di moda? No. E' il titolare di Suntech Power Holdings la piu' grande industria fotovoltaica della Cina. Dov'e' l'industria fotovoltaica italiana? Esiste? E perche' non lo possiamo avere in Abruzzo un centro di progettazione, sviluppo e fabbricazione di un impianto fotovoltaico italiano? Magari un centro all'Aquila, che sforna ogni anno decine e decine di ingegneri...

Intanto anche la provincia di Chieti e quella di Pescara si pronunciano contro il centro oli ed il comune di Pescara dice specificatamente che sosterra' "in tutte le sedi istituzionali, e nel caso fosse necessario anche in quelle giudiziarie, la battaglia dei cittadini abruzzesi contro la realizzazione del “Centro Oli” lungo la costa teatina". Il testo e' stato approvato dalla maggioranza della sinistra assieme ad Alleanza Nazionale, mentre invece i rappresentanti di Forza Italia sono usciti dall'aula al momento del voto. Non so perche' siano usciti dall'aula, ma questo e' quanto riporta primadanoi. A

Ultima considerazione: qualche giorno fa mi ha anche telefonato un rappresentante dell'Italia dei Valori (non il candidato presidente Costantini) per chiedermi una intervista sul tema del petrolio in Abruzzo. Ho parlato con lui per circa dieci minuti e l'intervista e' stata inserita sia sul sito dell'IDV che su youtube. Ci tengo a precisare che questo non significa che io "sono dell'IDV" o di sinistra o di destra. Ho accettato l'intervista semplicemente perche' sono stati gli unici a chiedermela e dopo aver fatto certo che non sarebbe stata usata a scopi di propaganda politica. Se mi chiedesse di dialogare con lei la Mussolini, per dirne una, accetterei, per il bene della causa e sottolineando sempre che parlo da persona libera. Come ho gia' detto tante volte, sono troppo lontana dall'Italia per sentirmi fedele ad ideologie politiche ormai superate e inutili. Mi interessa solo chi vuole sinceramente bene all'Italia e nel particolare alla difesa dell'Abruzzo, dei suoi mari, delle sue campagne e della sua gente.

Ecco qui il Feudo, come appariva ai primi di ottobre 2008:




12 comments:

Anonymous said...

segnalo un sito:

www.costaetrabocchi.com

Parla - principalmente - di Ferrovia dismessa e Costa dei Trabocchi.
Propone l'idea di "Parco Ferroviario della Costa dei Trabocchi": una soluzione concreta, possibile, e ALTERNATIVA alla deriva petrolchimica abruzzese.

Il sito è in progress, e ha bisogno -soprattutto - di CONFRONTO, franco e schietto: la nascita di una nuova consapevolezza su queste tematiche (ferrovia dismessa, costa dei Trabocchi, Parco n.d.R) puo' servire a far crescere e cambire, in meglio, l'Abruzzo.

Saluti

Percorsi Binari

Anonymous said...

cavolo mariarì,
la mussolini è fascista.

ho capito che non ti va di avere pregiudizi, però come fai a non avere problemi a parlare con una che vorrebbe sparare sugli immigrati?

mario franco basilico said...

anonymous,magari pure la Mussolini si adoperasse per la risoluzione del nostro problema è una parlamentare, è seduta a fianco degli opposti, come lo intendi tu, quelli che hanno sepolti vivi, indisturbatamente, Liugi DE MAGGISTRIS e Clementina FORLEO.

Anonymous said...

Emanuele Tondi ha risposto al tuo post del 4 ottobre

giuseppe said...

mario franco basilico, ma smettila di fare in giro, con aria distaccata da deluso, il difensore nostalgico dei politici di destra.
Sull'ambiente la destra al potere è la causa dei nostri problemi e tutti gli altri di destra, quelli che hanno macchie fasciste nei loro pensieri, non meritano minimamente di essere considerati

mario franco basilico said...

Giuseppe, i politici si difendono tra di loro, se ne fregano delle persone come me, purtroppo loro preferiscono i tifosi; personalmente sono arrabbiato nei loro confronti perché, ogni volta che si vota, dicono cento cose buone e ne fanno cinque o sei cattive cattive; ti risulta che uno schieramento è contrario per davvero alla raffineria, se lo fosse , fino ad adesso che hanno fatto, il programma quando lo faranno! la settimana prima delle elezioni?
Se è vero che la raffineria non lo vogliamo, adesso, ognuno di noi dovrebbe dimostrarlo al suo Idolo Politico con tenacia, anche mediante l’astensione al voto, dirglielo apertamente, dopo, sarà impossibile ottenere il risultato sperato.

Anonymous said...

Intanto Costantini e D'Alfonso si sono dichiarati. Perchè Maria Rita ti meravigli che Forza Italia sia uscita al momento del voto? Lo ha fatto anche Alleanza Nazionale in altra sede. Se il Governo con la legge obiettivo ha già deciso che l'Abruzzo deve diventare terra di petrolio, è chiaro che i partiti al governo non possono votare contro il Centro Oli. Non ci resta che sperare nello schieramento opposto, anche se anche lì qualche elemento di qualche partito non ha le idee chiare in proposito.Ma danno senz'altro più affidamento riguardo a questo problema.Terradoro

Anonymous said...

partigiano giuseppe,da buon ignorante vetero comunista non capisci un c...o,lo sai che la questione CENTRO PETROLI è stata portata a conoscenza della gente e portata sul piano di battaglia politica da un fascista ed i suoi camerati?siamo orgogliosi di combattere per garantire il futuro alla nostra terra,alla nostra gente,ai nostri figli e nostro malgrado anche a te.
Quando nelle comunità fasciste si parlava di ambiente,tu ed i tuoi compagni da strapazzo parlavate di industrializzazione(causa principale del dissesto ambientale,perdita della libertà e della dignità della persona) e di lotta di classe(causa dell'odio sociale e primo sintomo di basso razzismmo strisciante).
Prima di parlare(solo per consumare ossigeno inutilmente come di solito fate voi sinistrati)informati,elevati a fac-simile di essere umano.
il mondo va difeso anche da individui come te.
un saluto da chi vi ha regalato questo attimo di vita vera.

MARCO GIANGRANDE said...

eheh....non mi fate arrabbiare il mio hobbit.....

Anonymous said...

secondo me, chi parla ancora di fascisti e comunisti, dovrebbe essere appeso al palo una volta per tutte.
Prima si inizia,ad appendervi, prima si finisce.

maria rita said...

Grazie all'ultimo scrittore di commenti.
Ecco cosa stavo or ora digitando:

-----
Non mi piace questo modo di dialogare, potete smettere di scrivere insulti sul blog? Qui vogliamo essere persone civili.

La mia personale opinione e' che parlare di fascisti e di comunisti sia una anomalia tutta italiana. Il fascismo e il comunismo VERI non esistono piu'. C'e' gente di destra e di sinistra, di estrema destra o di esterma sinistra. Ci possono pure stare i fanatici, i nostalgici perditempo fra cui neofascisti, neocomunisti, neonazisti. Ma il comunismo e il fascismo no. Quelli sono morti e sconfitti dalla storia, dalle guerre mondiali e dalla guerra fredda. Il comunismo VERO mandava la gente nei gulag, il fascismo VERO ad Aushwitz. Quelle cose per fortuna oggi non si fanno piu ed usare questi termini e' un oltraggio a chi per fascismo o per comunismo veri ha sofferto o dato la vita.

Anonymous said...

leggete la storia dei vinti e direte meno fesserie,qui nessuno è nostalgico.tenetevi pure la plutocrazia,vero sistema totalitario.
Conoscenza e il sapere portano ad assaporare la vera libertà.
ciao marco sei stupendo.