.

.

Friday, October 26, 2012

Omnia munda mundis






To the pure, all things are pure.

Ma guarda tu cosa mi tocca fare.

Mi giunge voce da varie persone che Confindustria Abruzzo intende "dimostrare" che in qualche modo io sia collegata all'industria del petrolio e che addirittura ne prenda fondi in maniera indiretta!

Non so se ridere o piangere, e non so se questa voce sia vera o no, ma se si, e' veramente patetico e mostra la piccolezza di questa gente che non riesce proprio a capire che uno nella vita puo' fare delle cose non per tornaconto personale, quanto per ideali, per senso di giustizia, per voglia di fare qualcosa di buono per la comunita'.

Intanto, se veramente fossi al soldo dei petrolieri, credo che ci sarebbero modi molto piu' redditizi di sfruttarmi da parte loro, che non spendere il mio tempo su e giu per l'Italia predicando da 5 anni ed in modo veemente, CONTRO i petrolieri.

Ma forse Confindustria vuole insinuare che io non voglia l'Abruzzo - e l'Italia! - al petrolio perche' cosi' l'Italia rimarra' un paese di serie B nella produzione di melma petrolifera e quindi in qualche modo avvanteggerei le ditte petrolifere americane?

Chissa' nella loro mente contorta anche questo potrebbe essere un pensiero.

La risposta e' ovviamente no.

Nessun petroliere mi paga - ne la Forest Oil, ne la Shell, ne l'ENI.

Il mio stipendio arriva - e per intero - dallo Stato della California - sono un impiegato statale e anzi, le cifre del mio stipendio sono pubbliche.

E poi c'e' la storia dei miei fondi ricerca.

Ho iniziato ad essere io responsabile di cercarmi i miei fondi  - non per me, ma per lo stipendio dei miei studenti, per pagare computer, esperimenti, e cose di questo genere 5 anni fa.

Ne ho ricevuti 2 di grant personali - intestati a me, Maria Rita, dal National Science Foundation, l'NSF, l'ente USA che si occcupa di elargire fondi per la ricerca. I progetti sono qui:

1. Stochastic models of viral adsorption, fusion and replication 

2. Hierarchical kinetic models for chemical and hydrodynamically coupled organisms

La parola petrolio non compare.

Infine, c'e' il grant collaborativo dell'ARO, Army Research Office, che elarigisce fondi per ricerca pura, e con cui ci occupiamo di teoria di giochi, assieme ad altri 10 colleghi. Non sono io il capo, ma uno dei dieci che collaboriamo.

3.  Scalable, stochastic and spatiotemporal game theory for real world human adversarial behavior. 

Anche se e' un grant dell'Army, e' per ricerca di base, e nessuno di noi e' tenuto a sviluppare niente per il petrolio o peggio per l'esercito (!) anzi, siamo stati messi assieme per creare modelli su come analizzare il crimine urbano e per sviluppare metodi di studio relativi ai movimenti e ai comportamenti dei criminali. I nostri studi sono tutti pubblici, e si possono consultare liberamente.

Dall'armi ho avuto anche dei grant per studiare il PTSD e i flussi migratori.

Qui tutte le mie pubblicazioni finora.

Contenti?

Infine, le nostre universita' USA sono grandi, e ciascuno di noi cerca, e trova fondi da chi e come vuole.

Ci sara' qualcuno - nel dipartimento di geologia? nel dipartimento di letteratura? nel dipartimento di chimica? di filosofia? che prende soldi dall'industria petrolchimica?

Probabilmente. Ma quel qualcuno non sono io, sono scelte sue, e non mie.

E' come l'Unversita' D'Annunzio, in cui c'e' Mario Rainone, amico dei petrolieri e di Confindustria, che voleva trivellare la Majella, e in cui c'e' invece Francesco Stoppa che ha dedicato la vita a salvaguadare la natura, e che spesso si e' adoperato contro le trivelle in Abruzzo.

Il fatto che Rainone sia amico dei petrolieri, non significa che lo sia anche Stoppa o che i fondi di Rainone finiscano in quelli di Stoppa.

Idem per me.

Accusarmi di prendere soldi - direttamente o indirettamente -  dai petrolieri e' qualcosa di folle, stupido e veramente offensivo.

Ma questi non hanno niente da fare?

Ah, un altro paio di cose: insegno una classe di ambiente all'universita' e il mio tema, guarda caso, sono i danni dovuti all'estrazioni di petrolio e di fracking.

Sono membro a vita del Sierra Club che ha aperto una *causa in tribunale* contro lo stato della Calfiornia che vorrebbe aprire lo stato al fracking e anzi, cogestisco una pagina facebook contro il fracking in California.

Ho uno strano modo di essere favorevole alle trivelle, vero?

Ma alla fine, credo che in questi 5 anni chiunque abbia potuto vedermi, sentirmi, parlare con me abbia potuto farsi una opinione personale ed il fatto che mi invitino in tutta Italia, significa una cosa sola, che sono sincera. Non avrei potuto imbrogliare cosi tanta gente, cosi a lungo.

Guarda un po che gli unici che mi sono inimicata sono quelli che hanno interessi personali, Confindustria, i vari Fratino e Di Martino, e tutti quelli che avevano da speculare.

Cara Confindustria, vergognatevi.
Siete veramente infantili.

----

Infine, sulla storia dell'Army.

Il telefonino, internet, lo scotch, la fotografia digitale, il forno a microonde, la colla, i pannelli solari di ultima generazione sono invenzioni dell'US Army. E' un ente che fa ricerca di base, per capire come fare tante cose, fra cui *prevenire* crimine e guerra, non solo armi!

Ma veramente c'e' chi crede che io sia un agente della CIA o dell'esercito americano? Non stanno bene costoro.

Ricevere grant dal US Army, dall'NSF, e' difficile, ed e' un miracolo che sia riuscita a fare il mio lavoro allo stesso tempo insegnando a meta' Italia perche' il petrolio e' una maledizione. Vorrei sapere quanti docenti ordinari in Italia hanno saputo fare lo stesso.

Sono libera.

Omnia munda mundis.















11 comments:

Anonymous said...

Segnalo il seguente intervento (firmato) lasciato il 6 ottobre 2012 alla pagina http://testelibere.it/blog/terremoto-emilia-una-conferenza-davvero-importante :
"Incuriosito da quali fossero gli ambiti di ricerca della Prof. D'Orsogna ho cercato i suoi lavori su Google
Scholar. Alcune sue pubblicazioni sono liberamente scaricabili: si tratta di lavori di matematica applicata a sistemi complessi come particelle interagenti con un nucleo morbido (http://www.math.ucla.edu/~lcha..., flotte di veicoli senza conducente (http://crue.isi.edu/muri/paper... o statistiche sulla prevedibilità di
azioni criminose (http://www.math.ucla.edu/~bert... ringraziamenti agli enti che hanno finanziato queste ricerche compare la NSF che è il
corrispondente americano del nostro CNR, ma anche i contratti avuti da
ARO e ONR. Chi sono queste organizzazioni di finanziamento? Come si vede dai loro siti (http://www.arl.army.mil/www/de..., http://www.onr.navy.mil/) si tratta della marina e dell'esercito degli USA.
Spero si tratti di un caso di omonimia con un'altra Maria R. D'Orsogna dell'Università della California. Oppure bisognerebbe chiederle cosa contano di farci i militari americani con una flotta di veicoli senza conducente come quella descritta nell'articolo nella foto qui sotto (anzi, lo chiederò direttamente a lei sul suo blog)".
Ecco fatto.

Anonymous said...

Balordi, meschini e poveri.
Cricca di massoni e affiliati vari.
Hands off!
Maria Rita ha un esercito a difesa anche se si difende benissimo da sola. Non vi azzardate.
Raffaele Mascetra.

maria said...

La confindustria comincia ad avere paura!

Anonymous said...

Maria Rita, che fai? Censuri?

http://testelibere.it/blog/terremoto-emilia-una-conferenza-davvero-importante

Anonymous said...

Miserabili, meschini. Massoni e affiliati vari. Siete dei parassiti altro che imprenditori.
Maria Rita non si tocca!
Hands off!
Raffaele Mascetra

Anonymous said...

Mi sento stupido a commentare una cosa del genere, ma non commentare forse è peggio.
Non finisco mai di stupirmi della meschinità di certi individui che non pongono alcun limite morale alle proprie azioni e che mirano solo al proprio profitto, anche se ciò va contro la salute delle persone, contro l'ambiente, contro la verità.
Queste persone ci tirano continuamente giù, ma non abbassiamoci troppo al loro livello. Loro usano una grammatica diversa, non possiamo parlare la loro lingua, verremmo fraintesi.
Maria Rita hai tutta la mia solidarietà, se questo può servire a qualcosa.
Clemente

Anonymous said...

Per l'anonimo: perche' non citi il titolo del paper di Maria Rita (trovato su google scholar): "How criminal defectors may lead the way to a peaceful society".
E poi i tuoi link di quello che ha commentato tu testelibere non funzionano. Non fare i copia e incolla. Studia, leggi e magari impara l'inglese. In certi casi serve.
Raffaele Mascetra

Roberto Congiu said...

Se l'Italia va a rotoli e' anche perche' l'imprenditoria Italiana spesso non va al passo coi tempi, sono rimasti al ventesimo secolo e queste insinuazioni pressapochiste ne sono un saggio. Non faccio parte del mondo accademico ma si sa che una buona fetta della ricerca viene finanziata dai militari in maniera trasparente - basta guardare su internet. Vogliamo elencare tutti i progetti di ricerca finanziati dai militari USA per progetti che poi sono stati di utilita' civile ? Gli aerei a reazione ? I satelliti artificiali ? Internet ? Finche' in Italia si da' retta alle persone pressapochiste che creano sospetto con i mezzi fatti, stiamo freschi....

iolanda iniminimainimo said...

oddio mariarita! Subito mi è venuto da ridere ma in effetti c'è da piangere fiumi di lacrime amare!

Guido Pietroluongo said...

Come volevasi dimostrare...
Non sanno come replicare e giustificare le malefatte e trovano la via più facile nell'attaccare chi spende la propria vita per il prossimo!!! La Prof.ssa D'Orsogna, a mio parere, non avrebbe nemmeno dovuto giustificarsi puntualizzando certe cose ma la trasparenza di una forma mentis di questo livello, può solo che insegnarci una lezione di professionalità!

Anonymous said...

Maria Rita, questi sono abituati a mangiarsi anche la mamma, non ci arrivano che la gran parte della gente ha altri valori. Quindi misurarsi con tanta volgarità lascia sempre sporcizia addosso. Lasciali perdere, fanno una pena infinita; c'è sempre la speranza che qualche imprenditore vero risponda, perchè questi qua pare proprio che riescano solo a fare business cavando qualcosa da terra-idrocarburi, inerti...- oppure con le discariche...
Fabrizia