.

.

Saturday, July 5, 2008

Viaggio in Italia


Mancano pochi giorni al mio arrivo in Italia: dal 10 al 29 luglio saro' in Abruzzo per un ciclo di conferenze informative sulla questione del petrolio nelle nostre terre, nei nostri mari.

La battaglia va avanti da molto tempo: noi cittadini normali continuiamo a portare il nostro contributo, ma la classe politica dorme ancora. Ricordo che la legge regionale del 4 marzo e che vieta le trivelle fino al 31 dicembre 2008 e' stata approvata SOLO GRAZIE AI CITTADINI. Chi comanda, dal piccolo al grande, spesso e' distratto, ignorante, menefreghista e troppo preso a darsi arie di importanza. E' questo il guaio di questa nazione, secondo me, nessuno vuole veramente essere al servizio del bene comune, tutti vogliono solo glorificarsi, arricchirsi, guidare l'auto blu e avere delle veline per amiche.

Vi invito a leggere il blog di Apocalisse Italia che e' andato ad una riunione petrolifera ieri sera per rendervi conto di che gente ci governa.

Questo blog rimarra' attivo durante la mia permanenza in Italia e scrivero' tutte le cose, sia dritte che storte che vedro', con i nomi e i cognomi dei politici e di cosa promettono, sia a me personalmente che ai pubblico piu' in grande. Abbiamo il diritto di sapere come vengono spesi i nostri soldi mentre il paese va alla deriva.

E visto che quelli che paghiamo per farlo sono latitanti, la nostra azione di cittadini determinati, arrabbiati e innamorati della nostra terra deve essere piu' forte che mai.

13 comments:

james e ursula said...

non avevo molta voglia di scendere in spiaggia, al lido riccio di Ortona, ma poi HO deciso di farlo.
la bella giornata, le mamme a passeggio con i loro piccoli,giovani, anziani davvero non mancava nulla in questa atmosfera per essere serena, invece più mi guardavo intorno e più l'amarezza mi avvolgeva, non sono riuscita a fare due passi dal mio ombrellone xchè tanta è
la delusione di vivere in mezzo a gente che oggi non riesce ad apprezzare momenti così.
la rabbia di vederli pacifici e beati come se nulla li riguardasse, del grosso dramma che Ortona, e l'Abruzzo vive.
ecco cosa mi chiedevo: possibile che tutta questa gente che puntualmente in estate è fissa da mattina a sera a fare le aragoste , non voglia difendere tutto questo paradiso?
ma che gente è questa che mi circonda!
dove hanno sotterrato la testa, il cuore, l'orgoglio, la loro dignità!
DOVE?

e questa sera un giro in auto per le vie cittadine della ns bella Ortona, tutti a passeggio,ho commentato: ah! che fresco, e chi li tocca! come se la godono, da incoscienti però!
perchè il rischio che corriamo è grande ma nessuno di loro vuole pensarci nè preoccuparsi!

MA NOI CONTINUEREMO A LOTTARE ANCHE PER LORO!
NO ALL'ABRUZZO PETROLIFERO!!!!

mario franco basilico said...

James e Ursula, la maggior parte della gente che vi circondavano erano dei falliti, i falliti non lottano per il miglioramento, lottano vigliaccamente per la distruzione perchè, solo così possono ritornare alla pari con quelli che si sono tanto impegnati durante la loro esistenza.

simbasil said...

Ciao Maria Rita potresti scrivere sul tuo blog dove e quando terrai le tue conferenze.
grazie

maria rita said...

Ecco alcune date. Alcune citta'/orari potrebbero cambiare ma per ora questo e' quello che so io:

13 Luglio Orsogna 9pm Piazza Mazzini
14 Luglio Tollo 9pm Anfiteatro
18 Luglio Vasto 9pm Piazza Pudente
25 Luglio Ortona 7pm Piazza Repubblica
26 Luglio Paglieta ?
27 Luglio Lanciano ?

Dovrebbero esserci anche Francavilla e Pescara, ma non so bene le date/orari.

demone said...

due notizie che giungono sul mio computer a brevissima distanza l'una dall'altra e che mi fanno riflettere sulla pochezza dellìattuale classe dirigente abruzzese, a differenza di quelle di regioni limitrofe.

"Puglia: il nuovo Distretto Tecnologico dell'Energia

mercoledì 02 luglio 2008
Nasce in Puglia il Distretto Tecnologico dell'Energia, quale scelta strategica nell’industrializzazione sostenibile del territorio. Per la sua realizzazione sono stati stanziati 40 milioni di euro, 20 dalla Regione Puglia e 20 dal Ministero dell’Università e ricerca. Il nuovo distretto segue al Dhitech di Lecce (per l’hi-tech), al Distretto della Meccatronica di Bari e al Dare di Foggia per l’agroalimentare.
Consentirà di realizzare in Puglia una rete di ricerca pubblico-privata e di trasferimento tecnologico in materia di energia sviluppando anche la produzione di componentistica per le rinnovabili. A promuoverlo sono Università e Centri di ricerca pubblici, dieci soggetti in tutto che in una fase successiva coinvolgeranno le imprese private. Si tratta:

dell’Università del Salento, che ha coordinato i lavori preparatori del nuovo distretto),
del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr),

dell’Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente (Enea),

del Centro Ricerca Turbomacchine e Sistemi Energetici (Ce.R.Tu.S.) di Firenze,

del Politecnico di Bari,

del Politecnico di Torino,

del Dipartimento di Energetica del Politecnico di Milano,

dell’Università degli Studi di Bari,

dell’Università Kore di Enna,

dell’Università di Roma 3.
L’attività del Distretto Tecnologico dell’Energia si concentrerà su sette assi di ricerca:

sistemi di riduzione e riutilizzo della Co2,

Smart technologies per le smart grids,

sistemi innovativi per la generazione di energia elettrica da fonte solare,

sistemi innovativi per la produzione di energia da fonte eolica,
sistemi innovativi per la produzione di energia elettrica e calore da biomasse,

il vettore idrogeno,

sistemi innovativi per la produzione di energia elettrica da fonte geotermica profonda.

La Puglia oggi è la regione con la migliore produzione energetica. Da sola produce il 10% dell’energia di tutta Italia. Una quantità che rappresenta quasi il doppio del suo fabbisogno. Inoltre la Puglia è la regione che ha investito di più per gli strumenti incentivanti per le energie rinnovabili: ha impegnato, per gli anni 2000-2006, 38.473.578 di euro. È la prima regione per la produzione di eolico, tra le prime per il fotovoltaico e si sta dotando di un regolamento per le biomasse.
(Fonte: Regione Puglia)"


"Campania: nuova piattaforma delle tecnologie per le fonti rinnovabili

sabato 05 luglio 2008
Siglato un protocollo d'intesa durante il workshop "Campania, fonte di rinnovabili" tra l'Assessorato Regionale alle Attività Produttive ed Enea per la realizzazione della "Piattaforma tecnoecologica delle tecnologie solari" in Campania. L'accordo, prevede la promozione, la ricerca, lo sviluppo precompetitivo e l'industrializzazione di impianti solari e termodinamici realizzati su brevetti di Enea.
E' stata sottoscritta anche un'intesa con i rappresentanti di IEG, una multinazionale dell'energia, per realizzare nell'area casertana una centrale a biomasse di ultima generazione.

La Regione ha avuto un forte sviluppo sul fronte dell'autosufficienza energetica, riuscendo a soddisfare il 15% del fabbisogno annuo energetico grazie alle fonti rinnovabili. Questo consente di risparmiare ogni 12 mesi un quantitativo di petrolio greggio a pari a 196 milioni di euro.

A fine anno entreranno in funzione le centrali a turbogas di Sparanise e di Teverola, la dipendenza energetica dall'esterno passerà dal 96% del 2002 al 35%.
(Fonte: Regione Campania)"

..e l'Abruzzo regione verde d'Europa? solo nella testa di qualche politico sloganista e inconsistente aiutato da associazioni ambientalisti compiacenti e servili....

Anonymous said...

Ciao Maria Rita. Pare che il T.A.R. si pronunci domani, l'ho sentito su una emittente locale oggi. Che coincidenza proprio nel giorno del Tuo atteso ritorno.
Ormai è questione di ore, a presto!
SinceraMente.

demone said...

comunque vada, non bisogna mollare, anzi...

Anonymous said...

Ciao grande demone........
MOLLARE ???????
che lingua è ????
........... non conosco questa parola nel vocabolario della nostra lotta a difesa delle generazioni future in primis e dei nostri figli, nipoti, pronipoti ecc.ecc.
Viceversa conosco molto bene quest'altra parola:
RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE.... OGGI PIU' CHE MAI !!!
SinceraMente !!!!

Se ricordi caro Demone, e ne sono certo che lo ricorderai per parecchio tempo, le schermaglie che ci vedevano contrapposti su PdN, hai potuto testare quanta determinazione e unità d'intenti ci unisce e ti assicuro, come già sai siamo tanti e sempre più determinati; del resto quando uno sta per perdere TUTTO non dovrebbe avere tentennamenti.
Per contro, come sempre c'è sempre qualcuno, vuoi per codardia, vuoi per pigrizia, vuoi per accidia, vuoi per aver ricevuto favori(collusi), vuoi per mancanza di attributi, che sta alla finestra...... aspetta, aspetta, aspetta. Sai che mi sono sentitro dire qualche giorno fà ???? Ma io non partecipo alla protesta, perchè sono convinto che non si farà il centro petrolchimico .....
SinceraMente mi son dovuto trattenere molto, ma a parole gliele ho dette 4 !!

demone said...

domani sera a Lanciano, vero?
qualcuno mi dice dove, per favore?

Sauro said...

Sabato mattina sarò a Ortona (breve visita parenti ) e ripartirò per Modena lunedi mattina .
Sicuramente ci sarò domenica 13 luglio a Orsogna , anche se , qualche amico di Ortona mi ha chiesto se è stato organizzato un incontro anche per Sabato 12 .
Qualcuno mi può aggiornare ?

Luca Pantaleo said...

Scusate sarebbe possibile avere maggiori dettagli sulle conferenze tenute da Maria Rita? Ci sono le città e gli orari, ma i locali?

Aggiungo qui quello che ho scritto anche sul blog di Davide (notriv), che per comodità copio e incollo:

"...vorrei fare presente che proprio oggi è riesplosa la questione del Parco eolico termolese. Ve lo ricordate si?! Io avrei una proposta, che mi piacerebbe condividere con gli altri. Ho pensato di far partire una campagna per chiedere al Molise (che non lo vuole) di fare a scambio con le nostre petroliere e il nostro Centro Oli. Sarebbe bello se questo appello potesse partire dai nostri blog."

Per Maria Rita: sarebbe possibile incontrarsi personalmente durante la sua permanenza in Italia? Sto lavorando ad un ciclo di conferenze da tenersi tra ottobre e gennaio prossimi a Pescara e vorrei inserire un incontro che riguardi le tematiche energetiche e ambientali. Sarebbe un vero piacere poter avere lei tra gli ospiti.

Luca Pantaleo said...

P.S. Ovvio che ammollare al povero Molise le piattaforme e il centro Oli è solo una innocente provocazione.

maria rita said...

cerchero di mettere su le date che so. guardate il sito
www.comitatonaturaverde.blogspot.com, sono li un po di date.

per ora ce questa nuova data (me l hanno fissata ieri sera)

stasera, sabato ore 8pm Lanciano
piazza Plebiscito.

Orsogna e' domani sera alle 9 di sera a Piazza Mazzini.