.

.

Tuesday, January 21, 2014

I parchi di Los Angeles

 Wattes Park, Hollywood, aperto ad Ottobre 2013


 I 50 parchi nuovi progettati per la citta' di Los Angeles

Griffith Observatory, Los Angeles, donato alla citta' nel 1896


L'ex sindaco Villaraigosa all'inaugurazione di uno dei nuovi parchi di Los Angeles


It must be made a place of rest and relaxation for the masses, a resort for the rank and file, for the plain people. I consider it my obligation to make Los Angeles a happy, cleaner, and finer city. I wish to pay my debt of duty in this way to the community in which I have prospered.

Griffith Griffith, che regalo' a Los Angeles il suo piu' grande parco urbano


Questo post non c'entra niente con il petrolio.

Un po si pero'.

E' solo che mi andava di raccontare le cose belle che vedo qui, e raccontarle, per una volta invece che la solita litania di scoppi e perdite.

Ad un certo punto si' e' deciso che a Los Angeles servivano piu' parchi ed hanno creato la "50 parks initiative" una iniziativa per avere 50 nuovi parchi in citta'. Los Angeles ha gia' 420 parchi, ma non sono uniformemente distribuiti e cosi' si e' deciso di crearne di nuovi in zone dove c'e' ne sono pochi.

A dicembre ne hanno aperti due, il numero 20 e il numero 21.

Uno si chiama the "Drum Barracks Park" a Wilmington, ex distretto petrolifero, e l'altro e' il "Wall Street Park" a South L.A., prima nota come South-Central L.A. e dove ci sono state tutte quelle sparatorie nel 1992.

Gli altri 30 apriranno nei prossimi due/tre anni.

Il parco piu' grande di Los Angeles e' il Griffith Park, ed e' proprio accanto alla scritta Hollywood. Ci porto sempre tutti quelli che mi vengono a trovare perche' c'e un magnifico osservatorio da dove si possono vedere le luci infinite della citta'.

Fu un regalo - un regalo! - di un magnate inglese, Griffith J. Griffith, che divenne ricco in questa citta' e che decise che se tutti potevano vedere il cielo stellato da vicino, il mondo sarebbe stato migliore. E cosi' nel 1896 regalo' questo enorme pezzo di terra alla citta', con collina ed osservatorio sopra.

Il Griffith Park pero' e' lontano dalle vite di molti residenti, specie di quelli piu' poveri, e di qui l'iniziativa dei 50 nuovi parchi sparsi per la citta'.

Approfittando della recessione ed utilizzando donazioni, il Department of Recreation and Parks ha comprato vari ettari di terra da trasformare in parchi.  Questi parchi non sono grandi, ma sono posti in zone dove c'e' n'e' bisogno e cambia la vita delle persone.

Il Wall Street Park per esempio ha un enorme albero di avocado al centro, giochi per bimbi, e piante autoctone. Era un sito abbandonato. Fu regalato alla citta' dalla banca JP Morgan Chase - che almeno ha fatto qualcosa di buon - e poi e' stato sistemato usando tutte le accortezze del 2013 - piante che abbisognano di poca acqua, tutto alimentato con energia solare, e con un occhio al reciclaggio e cosi via.

Il Drum Barracks Park invece era un sito petrolifero abbandonato. C'e' vicino un museo di storia della guerra civile.

I parchi vengono disegnanti tenendo in considerazione i desideri di chi ci vive vicino. La citta' sceglie i posti piu' poveri e piu' lontani da parchi gia' esistenti.

L'iniziativa ha avuto cosi' tanto successo che si vuole arrivare a 100 nuovi parchi nella citta' di Los Angeles. 

Uno alla volta.

1 comment:

Anonymous said...

:-)