.

.

Thursday, November 26, 2009

Un messaggio dallo stato della California



*Lo scan del comunicato e' qui.*


Verso l'inizio degli anni ottanta, i Californiani iniziarono a preoccuparsi delle concetrazioni di sostanze tossiche nella nostra aria e nella nostra acqua.

Nel 1986 venne allora proposto un referendum che obbligava lo Stato a rendere pubblica una lista di sostanze nocive alla salute, in modo che i cittadini fossero informati. Sarebbe stata aggiornata ogni anno e sarebbe stato vietato all'industria scaricare quelle sostanze nell'atmosfera ed in acqua. La lista avrebbe incluso cancerogeni e sostanze collegate a malforamzioni o altri problemi riproduttivi. Infine tutte le attivita' industriali e commerciali sarebbero state obbligate a mettere su un cartello informativo sulle sostanze tossiche usate in loco.

Il Safe Drinking Water and Toxic Enforcement Act del 1987 fu il risultato di quel referendum, anche se tutti qui la conoscono come Proposition 65, o anche solo Prop 65.

Da allora la lista e' cresciuta e ci sono circa 775 sostanze tossiche registrate. Dai benzinai fino ai ristoranti dove si serve pesce con alto potenziale a bioaccumulo c'e' un cartello con scritto "Chemicals known to the state of California to cause cancer are found upon these premises". E cioe': "Sostanze chimiche che lo stato della California sa essere cancerogene sono contentute in questo posto".

Lo stato della California attribuisce a Prop 65 il declino dell'uso di varie sostanze tossiche. Alcune ditte infatti pur di non appendere il cartello con su scritto "qui potrebbe venirti il cancro" hanno preferito non usare piu roba tossica. Fra i successi attribuiti a Prop 65 ci sono il toluene (cancerogeno) che e' stato tolto dai solventi per pittura e per le unghia, il piombo tolto da alcuni prodotti di ceramica per alimenti. Le ditte produttrici di vino hanno smesso di usare carta stagnola per i tappi con alto contenuto di piombo. Molte industrie hanno abbassato notevolmente le emissioni di sostanze in questa lista per paura di ripercussioni economiche e d'immagine.

Varie class action hanno usato Prop. 65 nell'interesse pubblico e contro chi inquinava ed e' anche per questo che sono tutti molto attenti a pubblicare in vero.

Perche' ho messo su questo post? Perche' oggi scopro che sul Los Angeles Times c'e' uno spazio di circa meta' pagina in cui tutte le ditte petrolifere e di raffinazione dello stato della California sono state obbligate da Prop 65 a dichiarare quanto segue:

WARNING

CHEMICALS KNOWN TO THE STATE OF CALIFORNIA TO CAUSE CANCER, BIRTH DEFECTS OR OTHER REPRODUCTIVE HARM ARE CONTAINED IN CRUDE OIL, GASOLINE, DIESEL FUEL AND OTHER PETROLEUM PRODUCTS AND BYPRODUCTS.

Chemicals known to the State of California to cause cancer, birth defects or other reproductive harm are also contained in and around oil fields, service stations, refineries, chemical plants, transport and storage operations, including pipelines, marine terminals and tank trucks, and other facilities and equipment that manufacture, produce, handle, distribute, transport, store, sell or otherwise transfer crude oil, gasoline, diesel fuel or other petroleum products or byproducts.

The foregoing warning is provided pursuant to Proposition 65. This law requires the Governor of California to publish a list of chemicals "known to the state to cause cancer or reproductive toxicity". This list is compiled in accordance with a procedure established by the Proposition and can be obtained under the California Environmental Protection Agency. Proposition 65 requires that clear and reasonable warnings be given to persons exposed to the listed chemicals in certain situations.


Aera Energy LLC

British Petroleum America, Inc and its subsidiaries (and under the trademarks ARCO and Castrol)

Chevron Coroporation, its affiliates and subisdiaries

ConocoPhilips Company including all its divisions and subsidiaries (and under the trademark 76)

ExxonMobil Corporation its affiliates and subsidiaries

Shell Oil products US

Tesoro Refining and Marketing Company and its subsidiaries (and under the trademarks Miraastar and USA gasoline)

Valero Refining Company - California and its affiliated companies including Ultramar and Beacon

Venoco, Inc.



La scritta e' stata messa su dalle su citate ditte che operano in California che dunque sono loro stessi a dire che le esalazioni petrolifere fanno male. Ora, se le operazioni petrolifere fanno venire il cancro ai californiani, dove i limiti sono molto piu' stringenti che in Italia, pensate voi che agli Abruzzesi fa bene? O che fa bene ai Lucani? Ma certo che no, solo che e' molto meglio lasciare la gente nell'ignoranza, cosi' tutti possono fare un po' quello che gli pare.

Ma poi, Gianni Chiodi e Daniela Stati chissa pure se lo sanno l'inglese... Che scandalo essere governati da gente cosi nel 2010! Andiamo avanti cosi, a casaccio.


PS: Oggi qui e' il Thanksgiving e non sono a scuola fino a lunedi. Appena ci torno pero' scanno la pagina del giornale e la metto su. E' a pagina A16 del Los Angeles Times di Martedi' 24 Novembre 2009.


Fonti: Office of Environmental Health Hazard Assessment, Prop 65

3 comments:

sR said...

io ricorderei solamente che il presidente della regione abruzzese è un nominato...

Vincenzo said...

Non so se vanno avanti a casaccio, a questo punto lo spero, anche se temo che lo facciano apposta e abbiano deggli interessi in tal senso...

giosuè said...

I Verdi chiedono con Caporale una moratoria sul Centro Oli di Ortona fino al 2012

La richiesta viene inoltrata in seguito alla notizia che domani saranno all'esame della Commissione Tecnica Nazionale di Verifica Impatto Ambientale tre procedimenti relativi ai permessi di ricerca di idrocarburi formulati dalla Petroceltic Elsa e ricadenti nel tratto di mare antistante la costa teatina.

fonte:
http://www.leggimi.eu/2009112931435/politica-regionale/i-verdi-chiedono-con-caporale-una-moratoria-sul-centro-oli-di-ortona-fino-al-2012.html