.

.

Wednesday, June 10, 2009

Viaggio in Italia


Come qualcuno di voi gia' sa, sono stata in Spagna per un mese, per lavoro a Barcellona. Saro' qui ancora per qualche giorno: e' stata una bella esperienza e sono stata contenta di venire qui. Purtroppo per noi, gli Spagnoli stanno molto (molto) avanti rispetto all'Italia. Il metro´ funziona ed e' splendente, l'Universita' e' nuova, la gente cordiale e non troppo montata, ed ancora ci si scandalizza delle cose brutte ed antidemocratiche.

Il nuovo presidente della provincia di Chieti, Di Giuseppeantonio dice che vorrebbe trasformare la nostra provincia nella Catalogna d'Italia. Barcellona e' la capitale della Catalogna. Se questa aspirazione e' vera, abbiamo molta strada ancora da fare!

Non e' di questo pero' che vorrei parlare, ma del fatto che dal 20 giugno, piu' o meno, sono in Italia e per un mese intero, fino a fine luglio. Di nuovo, a scopo di petrolio.

Prima di venire in Abruzzo saro' in Brianza, a parlare anche coi lombardi della deriva petrolifera in Italia e poi per alcune registrazioni radiotelevisive a Modena, sempre per parlare di petrolio.

Gia' mi sono arrivate richieste di incontri, e saro' ben lieta di andare dovunque verro' invitata, con umilta'. Io pero' vorrei che quest' estate fosse anche un occasione per incontrare tutti i bloggers, e coloro a cui possa interessare, per conoscerci e per pensare a varie attivita' insieme. Manifestazioni, eventi estivi. Fiaccolate, giornate al mare, il G8 all'Aquila con semplici magliette con scritto No alla deriva petrolifera in Abruzzo. Cose anche piccole ma che almeno siano un segnale che siamo ancora arrabbiati e desiderosi di proteggere la nostra terra.

Ad esempio, questa cosa che ce qui sotto, da youtube, l'hanno fatta in Sardegna per evitare il passaggio di petroliere nei loro mari. A quanto pare, sono riuscti a deviare il corso delle navi. Me l'ha mandato SinceraMente, che saluto con affetto. Non possiamo farla anche noi?

Propongo di vederci tutti a Pescara, che e' un punto abbastanza centrale fra il 20-25 giugno. Che ne pensate? Potete scrivermi all'email di posta: dorsogna chiocciola math punto ucla punto edu.

Non so se vinciamo, se perdiamo questa battaglia, che per molti versi e' molto piu grande di noi. Le belle notizie sono che abbiamo evitato (a quanto pare!) la raffineria di Ortona, e che Remo di Martino non e' stato eletto, sebbene si presentasse con il primo partito d'Italia.

C'e' ancora pero' molto, moltissimo da fare. Fare la raffineria a Navelli o a Teramo per me e' la stessa cosa che se la vogliono fare ad Ortona. Sempre la mia regione e'. Il porto petrolifero di Ortona forse non e' la stessa cosa che la raffineria, ma e' un suo stretto parente.

Io lo so che il petrolio non portera nulla di buono all'Abruzzo e questo mi da la forza di continuare ancora ad urlare la mia verita', le mie certezze anche quando penso che non ne valga piu la pena.

Cerchiamo di essere uniti, di lavorare assieme, di focalizzarci verso la meta, di non perdere la freschezza e la rabbia. L'Italia, che sarebbe il nostro paese, ha bisogno di noi.

Fatemi sapere che ne pensate di incontrarci da qualche parte in carne ed ossa.
Un bacio a tutti e grazie - Maria Rita

10 comments:

supertramp said...

il video è fico!!!
io ci sarò, maria rita a presto!

mario franco basilico said...

In Abruzzo abbiamo avuto la fortuna di avere a disposizione tanti personaggi, in prima fila la Prof.ssa, che hanno cercato di informarci in maniera molto dettagliata ed al massimo delle loro possibilità.
Noi che abitiamo sui territori interessati alla petrolizzazione dovevamo fare di più, almeno far nascere un movimento politco antipetrolio da presentarsi a questa competizione elettorale, in tutte le Province, almeno per sensibilizzare la maggioranza della popolazione dormiente, in tutte le piazze perché di quanto è a mia conoscenza nessun candidato ha voluto trattare l’argomento.
La mancata elezione di un candidato favorevole alla petrolizzazione dell’Abruzzo è stata una vittoria ma, dobbiamo sapere che tanti si azzufferanno per continuare l’iniziativa, non per contrastarla.

Anonymous said...

OTTIMA idea, ci sono due spiagge riserva che si prestano per logistica e ampiezza
Punta Aderci-Vasto- e Torre di Cerrano
oppure la Postilli Riccio che lo sarebbe dovuta diventare e sta a metà strada tra sud e nord abruzzo,
alla cena facciamo un punto e fissiamo il giorno, che sarà una domenica di luglio
come sempre brava
Fabrizia

sR said...

Io adesso sono a Roma, a breve tornerò in Molise.
Mi farebbe davvero piacere poterci incontrare.

Anonymous said...

OTTIMA idea, ci sono due spiagge riserva che si prestano per logistica e ampiezza
Punta Aderci-Vasto- e Torre di Cerrano
oppure la Postilli Riccio che lo sarebbe dovuta diventare e sta a metà strada tra sud e nord abruzzo,
alla cena facciamo un punto e fissiamo il giorno, che sarà una domenica di luglio
come sempre brava
Fabrizia

maurovanni said...

Ciao MR.

Quando avevo proposto una cosa simile per cercare di circondare con un trenino popolare i terreni del potenziale Centro Oli ENI di Contrada Feudo, facendoci riprendere dall'alto dall'arereo pilotato da Matteo Perazzini, mi hanno preso per pazzo!!

... è troppo complesso, ... non si può fare. .... arriva la polizia!!! Tutti caconi!!!

Io sono con te e con chiunque non abbia paura di mettersi in gioco ... di esporsi in prima persona con nome e cognome!!

Qualsiasi idea che riesca a sensibilizzare sempre più il popolo abruzzese e che abbia la forza di toccare gli animi di quei pochi turisti ancora innamorati della nostra terra, è una buona idea!

La mia disponibilità, come al solito, è totale!!

NO ALLA PETROLIZZAZIONE DELL'ABRUZZO.

Fatti viva appena metti piede in Italia. Ciao MR

maurovanni

giosuè said...

Windsol, il nuovo parco eolico di Cerchio e Collarmele.

I generatori saranno attivi per 2000 ore l’anno, arrivando a produrre 72.000 MWh di energia elettrica, ossia il corrispettivo del consumo di 50.000 famiglie. “Grazie a parchi eolici come il nostro Windsol è possibile garantire l’indipendenza energetica e al contempo risparmiare il consumo di 529.000 barili di petrolio e 69.000 tonnellate di CO2: produrre energia con zero emissioni è possibile ed è il nostro obiettivo”

fonte:
http://www.pagineabruzzo.it/notizie/news/L_aquila/18332/Windsol_il_nuovo_parco_eolico_di_cerchio_e_collarmele.html

Anonymous said...

a\\nche se gli abbruzzesi meritanolapetrolizzazione ed altro,quellino di bonsenzo devono contnuare a battersi per il no.GRAZIE MR

Anonymous said...

a\\nche se gli abbruzzesi meritanolapetrolizzazione ed altro,quellino di bonsenzo devono contnuare a battersi per il no.GRAZIE MR

giosuè said...

SARAS: DISSEQUESTRATO DA TRIBUNALE CAGLIARI L'IMPIANTO DI SARROCH.

fonte:
http://www.asca.it/news-SARAS__DISSEQUESTRATO_DA_TRIBUNALE_CAGLIARI_L_IMPIANTO_DI_SARROCH-838091-ORA-.html

-.-

Indagate diverse persone
Avviata un'altra inchiesta sulla
piattaforma galleggiante "Vega Oil"

fonte:
http://www.ilgiornalediragusa.it/cronaca/4934-avviata-unaltra-inchiesta-sulla-piattaforma-galleggiante-qvega-oilq.html