.

.

Tuesday, January 26, 2010

Rocca san Giovanni, 2011


Siamo tutti diventati familiari con le parole centro oli di Ortona. Ora, se non facciamo niente ci ritroveremo con

il Floating Production Storage and Offloading unit

un mostro da 300 metri di lunghezza, 30 di larghezza che ospitera', raffinerera' e incenerira' tonnellate e tonnellate di robaccia derivante dai rifiuti petroliferi. Il petrolio e' sempre lo stesso, amaro e pesante, e cosi' lor signori hanno ben pensato di mettere questa mini-raffineria in mare a 10 chilometri dal vostro mare. Il fondo del barile scaricato nel nostro Adriatico. Il centro oli a mare.

Circa 15 milioni di chilogrammi di rifiuti anche tossici e pericolosi ogni sei mesi, fiamma costante, visibile anche di notte, decine di chilometri sotterranei di tubature, rischi di scoppi e perdite.

I trabocchi del ventunesimo secolo! Il progresso! La Catalogna d'Italia!

E' tutto scritto. La MOG ha spiegato per bene cosa vuole fare. Nessuno potra' dire di non saperlo.

Sara' la prima FPSO dell'Adriatico cosi' vicino alla riva. Dal 1998 al 2006 - come mi segnala un lettore - ce n'era stata una a 25 chilometri da Brindisi, la FPSO Firenze. In questo momento, al meglio della mia conoscenza, non ce n'e' nessuna in tutto il Mediterraneo europeo. Nessuno aveva mai osato tanto, e guardate un po', che saremo noi i primi scemi a farcela mettere sotto casa, fra le fragili calli della costa teatina, fra i trabocchi, fra la tiepidezza diffusa di pescatori, turisti e abitanti, sindaci e politici. Si deve fare di piu', tutti, con piu' determinazione, con piu' coraggio, con piu' rabbia!

NEMMENO IN TEXAS LE HANNO AUTORIZZATE!

Gianni Chiodi ci senti? ci vedi? A me e a tutti cittadini presenti a Cupello avevi promesso che fra dieci anni di tutti quei pozzi delle cartine minerarie d'Abruzzo non ne avremmo visto nemmeno uno. Mi sa che e' una promessa non manterrai. E di certo se la promessa sara' mantenuta non sara' ne per merito tuo ne per la debole e inutile cricca di governanti acchiappa-mosche di cui ti sei circondato.



-------------------------------------------------------------------------------------
La lista degli scriventi di lettere al ministero e' qui - L'ordine e' casuale. vi prego di mandarmi una copia anche a me. Servono solo per tenerle tutte assieme nei raccoglitori nei link qui a destra:

Filippo D'Orsogna - the best father in the world
Gruppo Podistico Il Quercione - Lanciano
Amoroso Viaggi - Lanciano
Comune di Rocca San Giovanni
Dr. Alessandro Gentile - Vasto
Federazione Autonoma Balneatori - Pescara
Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa d'Abruzzo - Pescara
Albergo Alba - Lanciano
Istituto Scolastico Secondario Cesare de Titta - Lanciano
Comune di Pineto
Dr. Marco Corsi - Roma
Dr. Ileana Parasassi - Roma
Trabocco Punta Tufano - Rocca San Giovanni
Manichini D'Ottone - Milano
Parrocchia del Sacro Cuore di Gesu' - Lanciano
Comune di San Vito Chietino
Frati Minori Conventuali del Miracolo Eucaristico - Lanciano
Cooperativa Gaia - Atessa
Ing. Marco Agnifili - Treglio
Comune di Fara Filiorum Petri
Azienda Agricola Olivastri - San Vito
Le colonne d'Ercole - Ortona
Abruzzo in Movimento - Ortona
Partito democratico - Ortona
Dr. Vittorio Veri' - San Vito Marina
Dr. Libera Berghella - Pasadena
Hotel I Trabocchi - Fossacesia
Hotel Garden - San Vito Marina
Istituto Comprensivo Scolastico Gabriele D'Annunzio (San Vito Marina, Treglio e Rocca San Giovanni)
Ing. Tommaso Giambuzzi - Pescara
Padri Passionisti di San Giovanni in Venere
Archeoclub - San Vito Marina
Dr. Nicola Patricelli - Orsogna
Comune di Treglio
Animalisti Italiani - Lanciano
La Rivista D'Abruzzo - Ortona
SOS Costa dei Trabocchi - Rocca S. Giovanni
Dr. Micaela Iezzi - San Vito
San Vito Vela
Ciclopazzi - Lanciano
Comitati Cittadini Sulmona
Diocesi di Lanciano/Ortona
Dr. Donato Spoltore - Belgio
Verdi - Chieti
Il Cafone di Fontamara - Vasto
Il Crampo - Lanciano
La Chitarra di Massimo - Lanciano
PRC - Vasto
Provincia di Chieti
Arch. Roberto Fedele - Roma
Vasto Water Team
Virtus Frentana Calcio - Lanciano
Dr. Danilo D'Orsogna - Boston
Comune di Casalbordino
Comune di Fossacesia
Ing. Lorenzo Luciano - Casalbordino
Life in Abruzzo - Londra
ARCI - Vasto
Assoturismo - Teramo
Cogecstre - Vasto
Comitato Abruzzese del Paesaggio - Pescara
Campeggio gli Olivi - Vasto
Dr. Clara Primante - Barcellona
Comitato Abruzzese Beni Comuni - Teramo
Comune di Francavilla
Comune di Vasto
Comune di Lanciano
Comitato Natura Verde - Tollo
Abruzzo Rinnovabile - Francavilla
Dr. Ludovica Raimondi - Giulianova
WWF Frentano - Lanciano
Confcommercio - Chieti
Il Colle Bed and Breakfast - Ortona
CNA Abruzzo - Teramo
Dr. Francesco Stoppa - Chieti
Comune di Miglianico
Comune di Silvi
Comune di Roseto
Comune di Torino di Sangro
Dr. M.R. D'Orsogna - LA

17 comments:

Anonymous said...

Ci sono stati altri casi in precedenza, primo fra tutti l'FPSO Firenze che ha permesso lo sfruttamento del giacimento di Aquila nell'Adriatico meridionale dal 1998 al 2006.
Attualmente in Libia e' funzionante l'FPSO Farwah sul giacimento di Al-Jurf, e sparse nel mondo ce ne sono decine, vedi link qui sotto.

http://en.wikipedia.org/wiki/Floating_Production_Storage_and_Offloading

Anonymous said...

Ho trovato altri due FPSO in Tunisia, vedi link qui sotto

http://www.mustangeng.com/AboutMustang/Publications/Publications/FPSO_Poster.pdf

maria rita said...

grazie - avevo consultato la stesa lista, ma nelle FPSO di wikipedia non c'era ne la Tunisia e ne quelle passate italiane...

ora aggiusto
MR

maria rita said...

e di questo sito che me ne dici?

http://www.fpso.net/

dice che ce ne stanno:
22 nel mare del nord
21 in Africa
34 in Asia e Australia
13 in Nord e Sud America

totale 89
e' reliable? Quelle della Tunisia sta dentro all'Africa ovviamente

Anonymous said...

Si', ma sempre di Mediterraneo si tratta...

maria rita said...

ho scritto adriatico e cosi vicino alla costa - la fpso firenze risulta che stava a 25 km da brindisi...

ora vado a dormire - ciao e grazie!

supertramp said...

Vertice al Ministero dell’Ambiente sui quattro nuovi parchi nazionali siciliani

Saranno definite entro il 31 marzo le ipotesi di perimetrazione degli istituendi parchi nazionali di Pantelleria, delle isole Egadi e delle isole Eolie mentre per il parco degli Iblei una prima ipotesi di definizione delle aree interessate sarà approntata entro il 31 aprile prossimo.

fonte:
http://www.minambiente.it/

wanadobee said...

http://www.primadanoi.it/notizie/24755-Niente-concessione-edilizia-alle-piattaforme-si-ferma-cos%EC-la-petrolizzazione

Anonymous said...

Mi hai preceduto di un soffio.

Bellissima notizia.

Speriamo che vada per il verso giusto però.

Buona giornata

Nicola.

giacinto2000 said...

A quando il PArco della Costa Teatina con annessa area marina che vada almeno per 500 metri dentro le acque?

Anonymous said...

Un articolo su "Le Scienze" (Gennaio 2010)
Qui la sintesi...

--PIù PETROLIO DALLA TERRA--
http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Pi%C3%B9_petrolio_dalla_Terra/1341482

Lucia

Anonymous said...

l'autore dell'articolo è LEONARDO MAUGERI, direttore strategie e sviluppo e senior executive vice president di ENI..........
viene smentita la teoria del picco del petrolio e delle riserve che si esauriranno in circa 50 anni....e viene discusso come, con le nuove tecnologie, si potrà estrarre fino all'ultima goccia di petrolio, anche quello ULTRAPESANTE, LE SABBIE E GLI SCISTI BITUMINOSI........ mah!

supertramp said...

comune di pineto contro "OMBRINA MARE 2"
http://www.tgroseto.net/23477/pineto-comune-contro-%E2%80%9Combrina-mare-2%E2%80%9D/

giacinto2000 said...

Il poblema non e' quanto petrolio rimane da estrarre. Petrolio fa rima con monopolio e loro vogliono tenerci sempre sotto il loro ricatto energetico: noi procudiamo e voi dovete sucarvi l'energia come la produciamo noi. A loro frega solo dei dividendi degli azionisti,niente frega della salute e del benessere delle popolazioni.

hermes said...

A proposito di Leonardo Maugeri...
un altro secolo di petrolio? chissà se il pianeta resisterà altri cento anni in queste condizioni.
Tra l'altro mi stupisce che Maugeri, pur lavorando per Eni, abbia pubblicato nel 2008 un bellissimo libro ('Con tutta l'energia possibile') in cui spiega in modo chiaro che il nucleare non solo non è sicuro, ma è anche economicamente una fregatura; addirittura elogiava le fonti rinnovabili.
Non so, forse è stato una mossa strumentale per sostenere ancora il capitalismo basato sugli idrocarburi.
Ho sperato si trattasse di un segnale di speranza: "anche dentro Eni qualcuno che ragiona". Chissà...

giosuè said...

ROCCA SAN GIOVANNI. Un consiglio comunale straordinario monotematico sull’installazione di una piattaforma petrolifera tra Ortona e San Vito, detta Ombrina mare 2, ha dato mandato al sindaco Gianni Di Rito di avanzare ricorso e andare oltre le osservazioni inviate dalle amministrazioni comunali coinvolte.

fonte:
http://www.lanciano.it/news/rocca_contro_la_piattaforma/5404

SOS COSTA DEI TRABOCCHI said...

RIUNIONE_SOS COSTA DEI TRABOCCHI
Salve, colgo l'occasione per estendere l'invito a nome dell' "Associazione SOS Costa dei Trabocchi" per Giovedì 11 Febbraio alle ore 21.00 presso la sede dell'Associazione "IL PORTICO" a Rocca San Giovanni,locale adiacente alla PIAZZA.
Sarà un incontro per organizzare la pedalata per combattere contro la petrolizzazione e per discutere di ulteriori iniziative atte a sensibilizzare l'opinione pubblica.
Parteciperanno tutte le Associazioni Culturali ed Ambientaliste.
Salviamo la nostra costa...La vostra presenza sarà molto gradita. Grazie